Coronavirus: a Torino ospedale da campo con 96 letti per alleggerire il carico sugli ospedali piemontesi

La struttura sanitaria, allestita dalla Protezione civile del Trentino, sarà composta da 11 tende e consentirà di alleggerire il carico sugli ospedali piemontesi

MeteoWeb

A Torino, la Protezione civile del Trentino – coordinata dal Servizio prevenzione rischi e Cue della Provincia con a capo l’ingegner Stefano Fait – sta realizzando in queste ore un ospedale da campo con una capacita’ di 96 posti letto. La colonna mobile formata da una quindicina di mezzi e’ partita nella notte dal capoluogo trentino in modo scaglionato, nel rispetto dei protocolli anti contagio predisposti da Piazza Dante e, gia’ di prima mattina, e’ iniziato l’allestimento della struttura sanitaria all’interno degli spazi del parcheggio sotterraneo che si trova nei pressi del parco San Valentino.

Al termine del trasporto di tensostrutture e letti con 4 mezzi pesanti nel capoluogo piemontese, le operazioni sul posto guidate da Alessandro Brunialti del Servizio prevenzione rischi e Cue hanno visto coinvolti tra gli altri i volontari della Croce rossa e della Federazione dei Corpi dei vigili del fuoco del Trentino. La struttura sanitaria allestita dalla colonna mobile – chiamata in Piemonte dalla Commissione speciale della Protezione civile nazionale – sara’ composta da 11 tende: 5 di medie dimensioni (12×8 metri) e 6 con dimensioni 7×5 metri. All’interno dell’ospedale da campo, che consentira’ di alleggerire il carico sugli ospedali piemontesi, non saranno inserite strumentazioni mediche provenienti dal Trentino.

In totale, sono oltre 50 le persone al lavoro per completare entro la serata odierna la realizzazione dell’ospedale da campo. Nelle giornate che hanno preceduto l’operazione, e’ stato eseguito un tampone preventivo su tecnici e volontari per scongiurare il rischio contagio.