Coronavirus, Villani (CTS): “Oggi ogni assembramento è un rischio e spostarsi da una regione all’altra può far ripartire il contagio”

Villani: "Non si è neppure capito che il problema non è passeggiare in sé ma assembrarsi a Ponte Milvio, sul lungomare di Napoli o a Milano"

MeteoWeb

Secondo Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria e componente del CTS, prima di pensare alle deroghe, “bisogna fare i conti con la realtà: oggi ogni assembramento è un rischio e spostarsi da una regione all’altra può far ripartire il contagio“. In un’intervista al Messaggero, l’esperto sottolinea che “sarebbe tutto possibile con una cultura sanitaria diversa, ma in Italia c’è ancora chi contesta l’uso della mascherina“. D’altronde “se si sta a tavola mantenendo il distanziamento di un metro non cambia molto che si stia in 3 o in 8. Ma come si fa a valutare o ad imporlo se qui non si è neppure capito che il problema non è passeggiare in sé ma assembrarsi a Ponte Milvio, sul lungomare di Napoli o a Milano? Servirebbe più educazione sanitaria“.
Sulle deroghe vedremo, quando le presenteranno al CTS capiamo cosa si sta cercando di fare. Però è chiaro che possono essere un rischio perché è impossibile trovare misure che siano universalmente valide per tutti. Purtroppo si fa fatica a capire ancora che il virus si diffonde facilmente“.