Covid Cina: positivo un operaio di un’azienda di cibo congelato, allerta per i prodotti alimentari

Le province e le città interessate sono state messe in allerta sul cibo congelato proveniente dalle celle frigorifere di Tianjin

MeteoWeb

Le autorità sanitarie cinesi hanno comunicato oggi che un lavoratore di una cella frigorifera per cibo congelato nella municipalità settentrionale cinese di Tianjin e’ risultato positivo al Covid-19 ed e’ stato ricoverato in ospedale per ricevere le cure mediche del caso. Inoltre, anche un campione ambientale raccolto da una maniglia della cella frigorifera di Hailian, situata nella nuova area di Binhai, ha rilevato le presenza del coronavirus, come ha riferito l’ufficio municipale per la prevenzione e il controllo epidemico, aggiungendo che altri lavoratori, oltre alle vicinanze della cella frigorifera, sono negativi al virus. Le autorita’ hanno dichiarato che stretti contatti con il lavoratore e piu’ campioni ambientali vengono condotti ai test basati sugli acidi nucleici, mentre un’indagine per tracciare la fonte del virus e’ ancora in corso come parte del protocollo anti-epidemico.

Ieri, Tianjin ha ricevuto i rapporti dalle citta’ di Dezhou nella provincia di Shandong, e di Taiyuan nella provincia dello Shanxi, sull’individuazione del nuovo coronavirus sopra gli imballaggi per il cibo congelato proveniente da Tianjin. Tianjin ha avviato immediatamente le procedure per la risposta d’emergenza, conducendo analisi sul cibo congelato, i veicoli per il trasporto oltre che sui lavoratori che hanno lavorato nella cella frigorifera e le persone con cui sono entrate a stretto contatto. Le celle frigorifere sono state chiuse. Le province e le città interessate sono state messe in allerta sul cibo congelato proveniente dalle celle frigorifere di Tianjin.