Covid, Di Maio: “Rallenta la curva, non ci sono ragioni per un altro lockdown nazionale. Tra dicembre e gennaio ci sarà il vaccino”

"Da ministro degli Esteri che incontra, di persona e virtualmente, ci siamo sempre detto che l'unico modo per far ripartire il mondo è il vaccino"

MeteoWeb

“Se la curva sta rallentando non vedo ragione di un lockdown. Comunque le misure applicate sono rigide. Da ministro degli Esteri che incontra, di persona e virtualmente, ci siamo sempre detto che l’unico modo per far ripartire il mondo è il vaccino”. Lo dice a L’Aria che tira, su La7, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “Io a De Luca voglio mandare un messaggio di pace, lavoriamo insieme per la Regione”, precisa Di Maio parlando della situazione della Campania. “Noi applichiamo un metodo a livello nazionale, sui dati inviati dalle Regioni e il ministro Speranza non ha potuto fare altrimenti che dichiarare la Campania zona gialla“. “Spero che si accetti” l’esercito nella Regione Campania, “non si tratta di militarizzare la Regione ma aiutare con le nostre eccellenze delle zone che sono andate in sofferenza”, chiosa il ministro degli Esteri.

“Io vedo una una luce alla fine del tunnel, con il vaccino entreremo in nuova normalita’. Entro dicembre-gennaio arriveranno le prime dosi. Abbiamo sottoscritto dei contratti a livello internazionale e le tempistiche non mi risulta siano cambiate”, conclude Di Maio.