Covid, epidemiologo Greco: “Avremo una nuova forte vampata in primavera, dobbiamo imparare a conviverci”

"Non è detto che a primavera non riemerga con la forza di oggi, perché i coronavirus adorano la primavera. Dunque la parola d'ordine è 'convivenza'"

MeteoWeb

Il Covid “continuerà a circolare, forse staremo più tranquilli per Natale, ma non è detto che a primavera non riemerga con la forza di oggi, perché i coronavirus adorano la primavera. Dunque la parola d’ordine è ‘convivenza‘” con Sars-Cov-2. Lo ha detto l’epidemiologo Donato Greco, partecipando in diretta streaming su Facebook all’incontro “Un vaccino per tutti”, secondo appuntamento di ‘Internazionale’ a Ferrara. Per questo, secondo Greco – ex direttore generale della Prevenzione al ministero della Salute, per 30 anni del Laboratorio di Epidemiologia dell’Istituto superiore di sanità, e oggi consulente Oms – “di fatto le misure di contenimento messe in campo dovrebbe essere definite misure di mitigazione, perché il virus fa i fatti suoi, è molto più forte di noi e delle restrizioni. Per questo la speranza vaccinale è importante, in quanto il virus cammina e noi riusciamo a contenerne sostanzialmente l’impatto”. Greco è convinto che “non si ripeteranno più le scene di marzo, in quanto la risposto è più organizzata, anche se avremmo potuto fare di più. Ma c’è ancora molto da fare“, conclude.