Covid, 8 sacerdoti positivi nel ragusano: chiuse quattro chiese

Quattro chiese sono state chiuse per consentire gli interventi di sanificazione dopo la scoperta di alcuni casi, ma anche perché il parroco non può celebrare la messa

MeteoWeb

Otto sacerdoti ragusani sono positivi al Covid-19 e metà di loro si trova in isolamento fiduciario. Quattro chiese sono state chiuse per consentire gli interventi di sanificazione dopo la scoperta di alcuni casi, ma anche perché il parroco, per il momento, non può celebrare la messa. Sono state chiuse, almeno per qualche giorno, le chiese di San Pio X e Nunziata di Ragusa, Sacro Cuore e Santa Marie delle Grazie di Comiso. Il vescovo, Carmelo Cuttitta, ha scritto una lettera a tutti i sacerdoti, esprimendo loro vicinanza e ricordando nella preghiera “tutti i confratelli che si trovano in una condizione di positivita’ al Covid-19″ e, soprattutto, “coloro che attualmente sono ricoverati in terapia intensiva“. Per prudenza, sono sospese le attivita’ pastorali e di catechesi, le visite ai malati “considerata la loro grande fragilità“, eccezion fatta per l’unzione degli infermi. Per il momento vengono confermate le messe, ma se dovesse essere necessario l’attività di culto potrebbe essere sospesa, in alcune parrocchie, qualora dovesse essere necessario.