In Italia 50 mila morti Covid, virologo Clementi: “Tanti anziani e tanti errori nelle Rsa”

"E' accaduto che un virus 'killer' di questa portata si è abbattuto su una popolazione fragile e anziana come quella italiana"

MeteoWeb

In Italia oggi il totale dei decessi dall’inizio della pandemia ha superato quota 50mila. “E’ accaduto che un virus ‘killer’ di questa portata si è abbattuto su una popolazione fragile e anziana come quella italiana“. E’ quanto precisa all’Adnkronos Salute Massimo Clementi, ordinario di Microbiologia e Virologia all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Irccs ospedale San Raffaele, commentando il bollettino odierno del ministero della Salute sull’epidemia di Covid. “Quella italiana è una popolazione con l’età media tra le più alte al mondo – aggiunge – e questo sta a significare che abbiamo una buona sanità. E’ chiaro che il numero dei decessi in 9 mesi è enorme e si dovranno indagare sui motivi. E’ probabile che il sistema delle Rsa, se da un lato è funzionale per la gestione dei pazienti anziani, in troppe occasione durante la pandemia ha prestato il fianco al virus. E questo è stato un grave errore”.