Di cosa è morto Maradona? Cause e sintomi dell’insufficienza cardiaca

Cos'è l'insufficienza cardiaca, perchè si verifica? Ecco cosa ha stroncato la vita di Diego Armando Maradona %

MeteoWeb

E’ morto ieri, intorno alle 17 italiane, Diego Armando Maradona. L’ex Pibe de Oro è deceduto nella sua abitazione di Tigre, dove stava trascorrendo la convalescenza dopo l’intervento al cervello di qualche settimana fa. Ieri si parlava di un arresto cardio-respiratorio ch eha stroncato la vita dell’ex numero 10 argentino, ma solo dopo l’autopsia sono state rese note le cause del decesso: “un’insufficienza cardiaca acuta, in un paziente con cardiomiopatia dilatativa generata da un edema polmonare acuto“.

Cos’è l’insufficienza cardiaca?

Si tratta di una disfunzione a causa della quale il cuore non è in grado di soddisfare le esigenze dell’organismo causando una importante diminuzione del flusso del sangue e accumulo ematico nelle vene e nei polmoni insieme anche ad altre alterazioni che indeboliscono e irrigidiscono il cuore. L’insufficienza cardiaca avviene perchè il muscolo cardiaco è debole e/o rigido e di conseguenza l’azione di contrazione o rilassamento del cuore non è adeguata e può essere causata da molte cardiopatie. Insufficienza cardiaca non vuol dire che il cuore smette di battere, ma che non riesce a compiere il lavoro richiesto per pompare la quantità di sangue necessaria pertutto l’organismo. . L’insufficienza è estremamente complessa e non esiste una definizione che sia in grado di comprenderne le molteplici cause, gli aspetti, le forme e le conseguenze.

Quando si verifica l’insufficienza cardiaca?

L’insufficienza cardiaca può verificarsi a qualsiasi età, anche nei bambini piccoli, ma è più comune negli anziani, più soggetti a patologie che predispongono all’insufficienza cardiaca. L’insufficienza cardiaca si verifica quando l’azione di contrazione e di rilassamento del cuore non è adeguata ed insorge quindi il rischio che il sangue fuoriesca in quantità inadeguate e che si accumuli nei tessuti, causando una congestione.

L’accumulo di sangue diretto al lato sinistro del cuore provoca una congestione polmonare e difficoltà respiratorie, mentre quello diretto al lado destro causa congestione e accumulo di liquido in altre parti del corpo.

Cosa succede al corpo?

Vista la difficoltà di pompare sangue, muscoli di braccia e gambe ne risentono e tendono stancarsi più rapidamente e può anche verificarsi un’insufficienza renale e la perdita della capacità dei reni di rimuovere dal sangue i liquidi in eccesso. La quantità di liquidi quindi aumenta ed il carico di lavoro per il cuore in insufficienza aumenta. Così l’insufficiefnza cardiaca si aggrava ancora.

Quali sono i sintomi?

Generalmente questa condizione è inizialmente asintomatica, laddove si assiste a un graduale sviluppo di respiro affannoso e affaticamento che si distribuisce nell’arco di giorni o mesi. Possibile accumulo di liquidi nei polmoni, nell’addome o nelle gambe.

Quali sono le cause?

L’insufficienza cardiaca è generata da una combinazione di fattori. Esiste una causa cardiaca comune, che è la coronaropatia e altre cause come la miocardite, la somministrazione di alcuni farmaci, alcol e droga, valvulopatie, patologie genetiche. Esistono poi anche cause non cardiache come l’ipertensione (la più comune), ma anche obesità, diabete, anemia, disturbi della tiroide e insufficienza renale.