Freddo e Maltempo, è Inverno all’improvviso: lo spettacolo della NEVE a Capracotta e Castelluccio di Norcia, gelo in Abruzzo [FOTO]

Freddo e maltempo al Sud, nevica sull'Appennino: le spettacolari immagini da Capracotta in Molise

  • Foto di Oreste Trotta
    Foto di Oreste Trotta
  • Foto di Oreste Trotta
    Foto di Oreste Trotta
  • Foto di Oreste Trotta
    Foto di Oreste Trotta
  • Foto di Oreste Trotta
    Foto di Oreste Trotta
/
MeteoWeb

E’ arrivato l’inverno all’improvviso anche al Sud Italia, dove fino a due giorni fa splendeva il sole indisturbato con temperature massime sempre superiori ai +20°C. Stamattina, invece, l’Appennino è imbiancato fino a quote collinari tra Abruzzo e Molise: spettacolari le foto di Oreste Trotta da Capracotta, la “Regina delle Nevi” del Molise in Provincia di Isernia, dove sono caduti circa 10cm di coltre bianca. La nevicata di novembre nella cittadina molisana a 1421 metri di quota ha scombussolato i piani degli abitanti che, per questa mattina, avevano organizzato tutto per l’allestimento del presepe in piazza e degli addobbi di Natale. L’evento è quindi rinviato. neve anche sulle Mainarde e freddo in tutta la provincia di Isernia.

Maltempo, prima neve anche in Umbria e sull’altopiano di Castelluccio di Norcia

Prima neve a Castelluccio di Norcia e forti raffiche di vento che hanno lacerato i tre tendoni della Protezione civile, montati subito dopo il sisma del 2016 per riparare i mezzi agricoli e le sementi degli agricoltori. “Fin da subito avevamo fatto presente che queste strutture, quasi a quasi 1.500 metri di quota, non erano adatti, ma nessuno ci ha ascoltato”, dice all’ANSA il portavoce degli stessi agricoltori, Gianni Coccia. “Adesso ci stiamo attrezzando per rimuovere i mezzi e portare via la lenticchia che avevano all’interno dei tendoni, forse adesso sara’ bene pensare a strutture piu’ robuste”, aggiunge. I tendoni vennero montati in un angolo del Pian Grande nei mesi successivi al terremoto per permettere agli agricoltori di avere un appoggio dove ricoverare le macchine agricole e altro materiale. Gia’ negli anni scorsi il forte vento aveva causato qualche piccolo danno, i venti che hanno soffiato nelle ultime 48 ore hanno letteralmente distrutto due delle tre strutture. “La terza – conclude Coccia – ha resistito per un miracolo, ma se continuera’ a fare maltempo avra’ le ore contate”. La neve intanto ha imbiancato il borgo terremotato e la piana sottostante, oltre che il monte Vettore.

Maltempo, gelo e neve in Abruzzo: temperature in picchiata e venti impetuosi

Forti raffiche di vento sull’Appennino abruzzese dove ieri, su alcune cime, e’ tornata la neve. Le stazioni dell’associazione meteorologica Aq Caput Frigoris hanno rilevato nella notte raffiche a 162 km orari al Rifugio Fioretti, 1500 metri di quota sul Gran Sasso, nella Val Chiarino alle pendici del Monte Corvo, territorio della frazione aquilana di Arischia. Raffiche fino a 144 km/h al Rifugio Montecristo (1475 metri sul Gran Sasso aquilano); fino a 130 km/h a Campo Imperatore dove, a 2.132 metri, la temperatura minima registrata dalla stazione meteo e’ stata – 7.8 C, con temperatura percepita alle 6:08 di – 22.8 C. Minima di – 8.6 C registrata al Rifugio Franchetti (stazione meteo a 2433 metri), sul versante teramano del Gran Sasso, nei pressi di localita’ Prati di Tivo dove il vento ha determinato un accumulo di circa 20 centimetri di neve. La stazione meteo “Serra Leardi” a quota 1980 sul Monte Genzana ha registrato una minima di -5.4 gradi.