L’Iss risponde alle polemiche sull’indice Rt: “E’ affidabile anche se non considera gli asintomatici”

I ricercatori dell'Iss hanno presentato una serie di slide, dando risposta alle domande più frequenti sui criteri usati per la valutazione del rischio Covid-19

MeteoWeb

Sull’affidabilità dell’indice di trasmissibilità Rt vi sono numerosi dubbi, dovuti soprattutto al fatto che il calcolo non tiene conto degli asintomatici. Secondo l’Istituto Superiore della Sanità, però, l’indice è affidabile. I ricercatori dell’Iss hanno presentato una serie di slide, dando risposta alle domande più frequenti sui criteri usati per la valutazione del rischio Covid-19 nelle regioni. “Rt è calcolato sui casi sintomatici – spiegano – e su quelli ospedalizzati. Ciò permette di utilizzare un criterio stabile e costante. Al contrario, basarlo sugli asintomatici farebbe dipendere la sua stima da quanti screening o contact tracing è capace di effettuare ogni singolo territorio. Il sistema infatti dall’inizio dell’epidemia ad oggi ha indicato correttamente dove e quando aumentava la trasmissione e quindi il numero di nuove infezioni e la pressione sul sistema sanitario”.