Notte Europea dei Ricercatori: anche l’INFN partecipa alla grande festa della scienza

Torna la Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici: l’INFN coinvolto direttamente nell’organizzazione

MeteoWeb

Il 27 novembre torna la Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici, la grande festa della scienza promossa dall’Unione Europea che dal 2005, grazie al racconto dei protagonisti della ricerca, si propone di offrire al grande pubblico momenti di approfondimento e di disseminazione delle tematiche scientifiche. Appuntamento che quest’anno, a causa delle misure a contrasto della pandemia di Covid19, sbarca sul web e sulle piattaforme social, nel tentativo di coinvolgere in sicurezza il maggior numero possibile di cittadini. L’INFN, anche in occasione dell’edizione 2020 della manifestazione, è coinvolto direttamente nell’organizzazione delle attività in programma nelle città che aderiscono all’iniziativa attraverso le sue sezioni e i suoi laboratori nazionali, contribuendo ai vari progetti responsabile del coordinamento degli eventi a livello locale.

Oltre alle molte iniziative organizzate a livello locale, l’INFN è responsabile della realizzazione di contenuti e attività online che il 27 novembre saranno condivisi e proposti dai progetti che in Italia compongono e curano la rete della Notte Europea dei Ricercatori (ERN). Tra questi, una video lezione sull’elettricità rivolta a bambine e bambini delle scuole primarie, con protagonisti e docenti i ricercatori dell’istituto. L’attività, a cura di INFN Kids, iniziativa rivolta ai più giovani e promossa del comitato dell’INFN che coordina le attività educational e di outreach (CC3M), sarà arricchita da esperimenti utili alla comprensione dei fenomeni legati all’elettromagnetismo, da preziose indicazioni su come riprodurre tali esperienze a casa e da un messaggio speciale da parte dell’astronauta dell’ESA Luca Parmitano. I laboratori Nazionali del Gran Sasso, in collaborazione con le sezioni INFN di Cagliari e Perugia, presenteranno invece un evento eccezionale dedicato al mondo della lettura, con protagonisti gli autori delle cinque opere selezionate nella sesta edizione del Premio Asimov: David Quammen, Amedeo Balbi, Gianfranco Pacchioni, Telmo Pievani e Barbara Mazzolai. Nato nel 2016, il premio affida agli studenti italiani il compito di giudicare ogni anno i migliori testi di divulgazione e di saggistica scientifica.

La sezione INFN di Milano, in occasione della Notte Europea dei Ricercatori, propone, all’interno del progetto Radiolab, dedicato alla disseminazione delle tematiche riguardanti ala radioattività ambientale, l’incontro online ‘Radioattività: questa sconosciuta! Una chiacchierata con l’esperto’, che si svolgerà venerdì 27 dalle 20:30 alle 22:30 su Zoom, e che potrà essere seguito in diretta su YouTube.

Progetto ERN Sharper: I Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN, che organizzano gli eventi Sharper della Notte Europea dei Ricercatori dell’Aquila, propongono complessivamente circa trenta attività online nelle giornate del 26, 27 e 28 ottobre. Tra queste, il 27 novembre, i laboratori sotterranei più grandi del mondo faranno da sfondo a ‘Universo Underground’, un racconto sulla storia dell’universo, con la conduzione di Neri Marcorè e la partecipazione di Antonio Zoccoli, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Ezio Previtali, direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso e Laura Marini, giovane ricercatrice dell’Università della California-Berkeley, che collabora al progetto CUORE dei Laboratori del Gran Sasso.

L’incontro, che verrà trasmesso sul sito di Sharper e sulla pagina Facebook dell’INFN, sarà preceduto giovedì 26 da un momento di incontro tra studenti e ricercatori, durante il quale questi ultimi risponderanno alle domande riguardanti il loro lavoro e le frontiere della scienza. Spazio anche per uno dei più rappresentativi esperimenti dei Laboratori nazionali del Gran Sasso, Borexino, protagonista di uno spettacolo che ne racconterà le scoperte che hanno contribuito a comprendere il funzionamento del Sole. Il 26 e 27 novembre sarà infine offerta agli utenti la possibilità di confrontarsi con le sfide proposte dal Gran Sasso Videogame, videogioco di orientamento attivo realizzato in Pixel art, nato per avvicinare gli studenti alle frontiere della fisica e alle possibilità offerte dalle carriere scientifiche. (Per maggiori informazioni: http://www.sharper-night.it/sharper-laquila/)

Tra le città che aderiscono al progetto Sharper, Catania sarà protagonista, con i Laboratori del Sud, di quattro video lezioni online rivolte ai più piccoli e dedicate alle importanti infrastrutture di ricerca presenti in Sicilia. I video saranno trasmessi sul canale youtube dei laboratori dal 23 al 26 ottobre a partire dalle ore 18.

La sezione INFN di Catania inizierà martedì 24 con il webinar dal titolo ‘Il Pensiero di Archimede’, per proseguire con una serie di 4 incontri dedicati ai libri (‘Scienziati in libreria’), durante i quali i ricercatori dell’INFN commenteranno e discuteranno con il pubblico di 4 testi di divulgazione scientifica, e un tour virtuale del laboratorio K3mnet, l’osservatorio di neutrini sottomarino posizionato al largo di Portopalo di Capo Passero. A chiudere, sabato 28, Neri Marcorè condurrà l’evento ‘Per un pugno di libri … scientifici’, durante il quale due classi di due differenti licei locali si sfideranno rispondendo a domande riguardanti ‘La Fisica dei Supereroi’, libro di J. Kakalios. Molte altre le attività che vedono coinvolto l’INFN. (Per maggiori informazioni: https://www.sharper-night.it/sharper-catania/)

A Torino, l’INFN organizza 2 degli incontri delle iniziative ‘Good Morning Torino’ e ‘Maratona della Ricerca, tre temi da approfondire’, dedicati rispettivamente allo studio della materia come risorsa nella comprensione dell’infinitamente grande e dell’infinitamente piccolo, e a metodo scientifico, fenomeni atmosferici e radioattività. Inoltre, la sezione INFN di Torino ha collaborato con il Dipartimento di Fisica nella realizzazione di alcuni brevi video riguardanti temi legati alle applicazioni mediche. (https://www.sharper-night.it/sharper-torino/)

La sezione di Cagliari di INFN, a sua volta aderente al progetto Sharper, vedrà i propri ricercatori impegnati in una vasta serie di attività online pensate sia per gli studenti che per un pubblico più vasto di appassionati e curiosi. L’inizio della rassegna, che coinvolgerà anche la città fi Nuoro, è previsto giovedì 26, con un incontro dal titolo ‘Scienza, sei seria?’, che metterà a confronto due comici e i partecipanti dell’ultima edizione di FameLab Sardegna, per discutere del futuro della ricerca e di quello della divulgazione della scienza. Lezioni e tour virtuali animeranno invece tutta la giornata di venerdì 27, con sezioni dedicate a importanti infrastrutture di ricerca presenti in Sardegna e al Cern, come Aria e CMS, e a ambiziosi progetti futuri, come quello che riguarda l’Einstein Telescope, l’interferometro di prossima generazione che potrebbe essere realizzato all’interno della miniera Sos Enattos, in provincia di Nuoro. Non mancheranno inoltre approfondimenti su raggi cosmici, rivelatori di particelle, antimateria e sul rapporto tra quark e gluoni. (https://www.sharper-night.it/sharper-cagliari/)

Il 27 settembre, a Perugia, la sezione locale dell’INFN contribuirà con due eventi online: un tour virtuale della camera pulita della sezione INFN di Perugia, in collaborazione con il Dipartimento di Fisica e Geologia, e un video dedicato all’interferometro Virgo e all’ Osservatorio Gravitazionale Europeo, i cui orizzonti di ricerca verranno descritti dagli stessi scienziati. La sezione INFN di Perugia, insieme a quelle di Cagliari e dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, collabora inoltre all’incontro volto alla presentazione dell’edizione 2020-2021 del premio Asimov, durante il quale saranno intervistati gli autori dei 5 libri finalisti. (https://www.sharper-night.it/sharper-perugia/)

La sezione INFN di Trieste, in collaborazione con UniTs, venerdì 27 e sabato 28 novembre, in occasione della Notte Europea dei ricercatori, aderisce e organizza tre attività online nel contesto del progetto a Trieste. Un

tour virtuale dell’esperimento CMS del Cern e uno degli incontri del contenitore ‘A tu per tu con i ricercatori: inseguendo gli obiettivi’ (ore 22 e 30), ospitato sul sito immaginarioscientifico.it, durante il quale Francesco Longo, docente di Fisica Università di Trieste e ricercatore INFN Trieste, offrirà al pubblico un resoconto degli studi sui raggi gamma e sulla fisica delle alte energie. Sempre i raggi gamma e l’universo ad alte energie da loro delineato saranno i protagonisti sabato 28 del dialogo dal titolo ‘Oroscopi energetici’. (https://www.sharper-night.it/sharper-trieste/)

La Sezione INFN di Pavia è infine capofila del progetto per la città e propone una serie di incontri con i propri ricercatori a partire da martedì 24 su temi inerenti fisica delle particelle, radiazioni e la fisica medica. I vari appuntamenti, raccolti nel contenitore dal titolo ‘1h con il ricercatore: Incontri virtuali con i ricercatori’, saranno suddivisi in edizione riservate a tre differenti fasce di pubblico: studenti delle scuole secondarie di secondo grado, ragazzi dai 10 ai 15 anni e pubblico generico. Venerdì 27, a partire dalle ore 15, gli utenti potranno invece partecipare a una visita virtuale del Large Hadron Collider del CERN di Ginevra, accompagnati da scienziati che li guideranno all’interno della caverna che ospita l’esperimento ATLAS. ( http://www.sharper-night.it/sharper-pavia/ )

Progetto ERN Earth 2020:

I Laboratori nazionali di Frascati dell’INFN, in occasione della Notte Europea dei Ricercatori, organizzano, per gli allievi e le allieve della scuola primaria e secondaria di primo grado, una visita virtuale presso il Visitor Center Bruno TouscheK, arricchita dalle testimonianze dei ricercatori LNF. Il tour sarà disponibile sul canale YouTube dei laboratori e offrirà ai ragazzi la possibilità di conoscere gli esperimenti per lo studio dell’infinitamente piccolo e dell’infinitamente grande.

Progetto ERN Venetonight:

Come ogni anno dalla prima edizione dell’evento, i laboratori Nazionali di Legnaro e la sezionde di Padova dell’INFN partecipano e contribuiscono alle attività in programma per la Notte Europea dei Ricercatori in collaborazione con l’Università di Padova nell’ambito di Venetonight. A causa delle restrizioni imposte dall’emergenza coronavirus ancora in corso e dell’impossibilità di prevedere incontri ed esperienza in presenza, Unipd fornirà una piattaforma online tramite cui sarà possibile fruire dei contenuti realizzati dall’INFN per l’occasione. In una playlist dedicata del canale Youtbe, saranno inoltre messi a disposizione degli utenti alcuni video a cura dei ricercatori dei laboratori di Legnaro, dedicati alla rilevazione delle meteoriti, ai raggi gamma e alla fisica degli acceleratori Previsto un tour virtuale (Un viaggio nel mondo della fisica nucleare) che accompagnerà in tutta sicurezza il pubblico alla scoperta della tecnologia utilizzata nei centri di fisica delle alte energie. (Per consultare i dettagli del programma: https://venetonightpadova.it/)

Progetto ERN Bright:

La sezione INFN di Pisa, nel contesto di ‘Bright: la Notte delle ricercatrici e dei ricercatori 2020’, organizza una serie di visite virtuali dei laboratori di Fisica a partire da una straordinaria visita dell’esperimento CMS al CERN (dalle ore 15: 30 alle 16:30) di Ginevra fino ai nostri laboratori. Il visitatore si potrà così addentrare nei segreti del cosmo, vedere in prima persona come vengono costruiti apparati sperimentali nelle ‘Camere Pulite’ e molto altro. Saranno anche presentate le scuole vincitrici del primo concorso ‘Il cielo visto da me’ e sarà lanciata la seconda edizione di tale concorso. (https://bright.dcci.unipi.it/bright-2020/programma.html)

La sezione di Firenze dell’INFN, che aderisce all’iniziativa Bright promossa dall’università di Firenze, contribuisce alle mini-conferenze del ciclo “La Ricerca per tutti”, che consentiranno ai cittadini di avvicinarsi ai progetti e ai risultati delle ricerche in corso e di rivolgere anche domande ai protagonisti di questi studi. Gli incontri si svolgeranno in sale virtuali simultanee il pomeriggio del 27 Novembre e si concentreranno su alcuni degli ambiti di ricerca più rappresentativi dell’INFN, tra cui le indagini su quark e gluoni e la fisica medica. (https://www.unifi.it/p11886)

Progetto ERN Society:

A Bologna, le iniziative in programma sono organizzate nell’ambito del progetto Society, a cui collaborano, oltre all’INFN, anche UniBo, il CINECA, il CNR, l’INAF, l’INGV e ComunicaMente. A inaugurare le attività in programma a Bologna, l’astronauta Paolo Nespoli, che sarà accompagnato da ricercatori INFN. Previsti inoltre un ciclo di video lezioni dal titolo ‘Banchetti virtuali’ e uno speed date scientifico, durante il quale gli scienziati risponderanno alle domande del pubblico. (http://nottedeiricercatori-society.eu/wp-content/uploads/2020/11/Programma-Notte-2020_compressed-1.pdf)

Progetto ERN NET:

Fanno invece riferimento al progetto NET le attività e i contenuti realizzati da INFN, Amaldi Research center e dal Dipartimento di fisica dell’Università Roma Sapienza in occasione della Notte Europea dei ricercatori di Roma. Tra questi, una serie di brevi video dedicati all’astronomia multimessaggera, ai buchi neri e al futuro del rivelamento delle one gravitazionali. In programma anche 4 seminari e due tavole rotonde, che si svolgeranno sabato 28 a partire dalle ore 18. (https://www.scienzainsieme.it/programma-2020-notte-dei-ricercatori/)

Progetto ERN MeetmeTonight:

La sezione di Napoli dell’INFN è quest’anno coinvolta attivamente negli eventi del progetto MeetmeTonight per la Notte Europea dei ricercatori 2020, che il 27 e il 28 ottobre, nel capoluogo partenopeo, propone un ciclo d’incontri dedicati a un ampio pubblico, studenti compresi, durante i quali ricercatori INFN affronteranno tematiche differenti: dalle recenti ed emozionanti scoperte delle collaborazioni LIGO-Virgo e Event Horizon Telescope, passando per la descrizione degli esperimenti e degli osservatori per lo studio e la rivelazione di muoni, raggi cosmici e materia oscura, per finire con il racconto di storie di scienza, come quelle legate alle teorie sull’elettromagnetismo e alla scoperta dei primi pianeti extrasolari. Inoltre, il 27 e il 28 novembre le studentesse e gli e studenti dei Licei Vittorini e Alberti di Napoli presenteranno il percorso e i risultati del progetto “Il Genere della Scienza”, progetto volto a sviluppare maggiore interesse e consapevolezza sulle problematiche di genere. (http://www.f2meetmetonight.unina.it/)

Progetto ERN Apulia:

Nelle città di Lecce, Bari, Brindisi, Foggia, Taranto e Castellana Grotte, le sezioni INFN di Lecce e Bari, all’interno del progetto ERN_Apulia, saranno coinvolte in numerose iniziative online caratterizzate da varie modalità di divulgazione e partecipazione. Il 27 novembre, sui canali social di ERN_Apulia, per studenti delle scuole secondarie e per il grande pubblico, avrà luogo il seminario/spettacolo ‘Universo, Mondo Subatomico, Aerospazio’, che vedrà tra i suoi protagonisti gli autori della pagina di divulgazione scientifica “Chi ha paura del buio?”. Video, tour virtuali, esperienze interattive e incontri con i ricercatori avranno inoltre il compito di presentare i laboratori INFN sul territorio e le attività che li contraddistinguono. Infine, in preparazione della Notte Europea dei ricercatori, sono previsti dibattiti che mirano ad approfondire tematiche scientifiche e sociali legate all’attualità, come la pandemia di Covid-19 e quella di Xylella, e alla necessità di cittadinanza scientifica. (Per maggiori info: http://www.ern-apulia.it/)