Oggi, 21 novembre, si celebra la Giornata Mondiale della televisione: storia e curiosità di questa ricorrenza

Storia e curiosità sulla giornata mondiale della televisione che ci celebra oggi, 21 novembre: quando e perchè è nata e come si festeggia

MeteoWeb

Nell’arco di un anno sono tante, varie e bizzarre le ricorrenze che si celebrano ogni giorno. Oggi, 21 novembre, si festeggia la giornata mondiale della televisione, uno strumento che diamo per scontato ma che ha rivoluzionato il mondo. Grazie all’invenzione di un gruppo di persone tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, spesso attribuita a John Locke Baird, si è arrivati ad un nuovo livello di accesso alle informazioni e all’intrattenimento che prima si potevano solo sognare, con dei cambiamenti sociali e politici talmente profondi da apprezzare formalmente il messo su scala globale.

Il primo World Television Forum è stato organizzato dalle Nazioni Unite a metà degli anni ’90, ed è proprio da questo evento che è nata la Giornata Mondiale della Televisione. Il forum ha riunito figure di spicco dell’industria dei media per analizzare il crescente impatto che la TV ha avuto sul processo decisionale e sull’opinione pubblica quando si tratta di questioni di pace e sicurezza in tutto il pianeta.

Storia della Giornata Mondiale della Televisione

Nel dicembre 1996 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 21 novembre Giornata mondiale della televisione, lo stesso anno si è tenuto il primo Forum mondiale della televisione. Secondo le Nazioni Unite, questa decisione è stata presa al fine di riconoscere il crescente impatto che la televisione ha avuto sul processo decisionale portando all’attenzione del mondo vari conflitti e minacce alla pace e alla sicurezza, nonché la sua copertura di altre importanti questioni, anche economiche e sociali.

tvPrima della televisione, le persone ricevevano informazioni tramite trasmissioni radiofoniche, se una famiglia era dotata di una radio e i giornali. Le prime trasmissioni televisive seguivano lo stesso formato della radio, con un uomo che leggeva un semplice bollettino su uno schermo in bianco e nero. La tecnologia tuttavia si è presto evoluta per includere immagini di eventi e interviste con persone. Lo stile monocromatico è stato abbandonato quando la tecnologia del colore è stata sviluppata tra la metà e la fine degli anni Sessanta, e la tecnologia continua ad avanzare con ottiche sempre più sofisticate e miglioramenti digitali.

Tuttavia, la Giornata mondiale della televisione non vuole essere tanto una celebrazione dello strumento elettronico in sé, ma piuttosto della filosofia che rappresenta, una filosofia di apertura e trasparenza delle questioni mondiali. A lungo si è pensato che la televisione rappresentasse la comunicazione e la globalizzazione nel mondo contemporaneo, ma non tutti i rappresentanti del governo presenti vedevano le cose in questo modo.

La delegazione tedesca ha dichiarato: “La televisione è solo un mezzo di informazione e un mezzo di informazione a cui una considerevole maggioranza della popolazione mondiale non ha accesso … Quella stragrande maggioranza potrebbe facilmente considerare la Giornata mondiale della televisione come un giorno di ricchi. Non hanno accesso alla televisione. Ci sono informazioni più importanti nei media e qui vorrei menzionare in particolare la radio“.

tvNonostante questa comprensibile obiezione, la televisione è stata ancora un’innovazione strumentale per l’umanità, nella stessa categoria della stampa, della comunicazione radio e di Internet. La Giornata Mondiale della Televisione è un’opportunità per noi di apprezzare non solo la straordinaria ingegnosità tecnologica degli scienziati e degli ingegneri che hanno fatto accadere cose apparentemente impossibili, ma anche per comprendere le implicazioni sociali e culturali che un mezzo così unificante ha avuto sulle nostre comunità globali.

Internet ci ha connesso in modi che non ci aspettavamo e forse non avremmo potuto immaginare, ma durante la Giornata mondiale della televisione ricordiamo che la televisione era lì per prima e ha aperto la strada a ciò che doveva venire

Come celebrare la Giornata mondiale della televisione

Il modo più ovvio per celebrare la Giornata mondiale della televisione è guardare la televisione. Ma cosa? Sicuramente non volgari reality show che offrono poco o nessun valore di alcun tipo al loro pubblico. La Giornata mondiale della televisione è un momento per rivedere e rivivere alcuni dei più grandi momenti della televisione che hanno contribuito a portare la realtà di un mondo in rapido progresso tecnologico nelle case delle persone, cambiando per sempre le loro vite e il modo in cui percepivano il mondo.

tvIl 1954 segnò il lancio di “Wonderful World of Color” della Disney, un programma di varietà adatto alle famiglie che mescolava cartoni animati iconici, fiction e programmazione di documentari. Il primissimo dibattito presidenziale televisivo tra il vicepresidente repubblicano Richard Nixon e il suo sfidante, il senatore del Massachusetts John F. Kennedy relativamente sconosciuto nel 1960 ha cambiato per sempre le elezioni presidenziali. Per la prima volta in assoluto, gli elettori americani hanno effettivamente visto i candidati presentare le loro idee, il che ha funzionato molto a favore del giovane e bello Kennedy, che ha poi vinto le elezioni.

E pochi momenti, se ce ne sono, nella storia della televisione potrebbero mai superare lo sbarco sulla luna di Neil Armstrong, Michael Collins e Ed “Buzz” Aldrin nel 1969, che molte persone considerano un momento cruciale nelle loro vite fino ad oggi, dopo di che, niente sarebbe stato di nuovo impossibile.

La Giornata mondiale della televisione è stata istituita come un modo per riportare l’attenzione su questi temi su base annuale. Negli anni passati, le principali emittenti televisive si sono riunite quel giorno per trasmettere tributi all’importanza della televisione nella vita delle persone. Il modo più ovvio per chiunque di festeggiare è accendere la TV e guardare.

Se non si vuole fare affidamento sulle decisioni delle reti e su quello che trasmettono per celebrare questo giorno può decidere, grazie alle ultime tecnologie che permettono di collegare le tv ad internet, di vedere ciò che più preferisce, da documentari a vecchi film.