Previsioni Meteo, nubi in aumento nei giorni centrali della settimana ma piogge ancora circoscritte

Previsioni meteo: continuerà a prevalere una moderata alta pressione per almeno altri 2/3 giorni, seppure con fastidi crescenti in termini di nuvolosità e anche di locali piogge. I dettagli

MeteoWeb

Gran parte dell’Italia è nuovamente interessata da un campo di alta pressione meglio strutturata al suolo, con valori tra i 1022 e i 1028  hpa, con qualche falla in più, invece, alle quote medio-alte, tuttavia anche qui su valori geo-potenziali di buona consistenza. Naturalmente, come abbiamo imparato, l’alta pressione autunnale-invernale non è sempre sinonimo di cieli seri. Infatti, le umidità basse e, in questo caso, anche qualche modesta infiltrazione di aria più fresca alle quote più alte, danno vita a locali formazioni nuvolose piuttosto presenti, in particolare sui versanti adriatici un po’ tutti, dalla Romagna alla Puglia, sulle regioni meridionali a localmente sul medio-alto Tirreno. Mediamente a queste nubi non sono associati fenomeni significativi, salvo qualche pioggia più importante sull’estremo Sud, sulla Sicilia, qui però per l’influenza di un’area depressionaria sul Mediterraneo meridionale. Questo stato atmosferico continuerebbe ancora per domani mentre, da giovedì-venerdì, l’alta pressione tornerebbe a essere via via insidiata da correnti meridionali, le quali progressivamente determinerebbero una corrosione dell’anticiclone sulla sua parte occidentale e, quindi, un progressivo ulteriore aumento di nubi e locali piogge.

Le prime regioni a essere interessate da più nubi sarebbero senz’altro quelle insulari, la Sicilia, dove, peraltro, la nuvolosità e anche locali piogge sarebbero persistentemente più presenti anche nella fase precedente; nubi in aumento sulla Sardegna e poi più nubi anche sul medio-alto Tirreno in mare aperto, verso la Toscana, la Liguria, il Nord Appennino. Diffusa copertura del cielo via via nel corso di giovedì anche sul medio Adriatico. Per giovedì non sono attese piogge degne di nota sui settori peninsulari, invece locali piogge sparse interesserebbero le due isole maggiori, il medio-basso Tirreno in mare, localmente le coste laziali e della Toscana meridionale. Per la giornata di venerdì 27,  è atteso un peggioramento via via più consistente in particolare sulla Sardegna centro orientale e sul medio-alto Tirreno in mare. In questa fase, infatti, dovrebbero iniziare a intensificarsi le correnti meridionali, con arrivo di aria più umida e instabile in grado di portare piogge e rovesci anche localmente forti sull’Est Cagliaritano e sui settori orientali sardi in genere; piogge e rovesci diffusi sul medio-alto Tirreno in mare, localmente moderati anche sui settori insulari toscani, verso il pomeriggio sera. Nubi in aumento anche sul Centro-Nord peninsulare, in particolare sul Lazio, sulla Toscana, sull’Umbria, poi verso l’Emilia-Romagna, Lombardia e il Nordovest in genere.  Su tutte queste aree, tuttavia, i fenomeni sarebbero ancora scarsi o magari deboli piogge probabili, sempre nel pomeriggio-sera di venerdì, sul Centro Sud del Lazio, localmente sulle aree interne abruzzesi, anche sulla Toscana e sul Centro Nord Appennino in genere, fino alla pianura emiliana e alla bassa Lombardia. Nubi irregolari sul resto del Sud e al Nordest, con tempo più asciutto e anche con maggiori schiarite. Le temperature sono attese senza grosse variazioni o in aumento da giovedì sulle isole maggiori, localmente sull’estremo Sud per l’arrivo di correnti più miti meridionali. Il tempo tenderà peggiorare in maniera più intensa e anche più estesa poi, nel corso del fine settimana, ma sull’evoluzione per il weekend rimandiamo a successivi approfondimenti consultabili sulla Home Page di MeteoWeb.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: