Previsioni meteo stagionali: ipotesi di STRATWARMING importante tra fine dicembre e soprattutto gennaio

Previsioni meteo: secondo le elaborazioni stratosferiche stagionali del modello europeo ECWWF, un importante riscaldamento stratosferico potrebbe accorrere nel pieno dell'inverno con risvolti molto intriganti per l'Europa e per l'Italia. I dettagli

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Indagare su una possibile tendenza di massima per un’intera stagione è impresa senz’altro ardua dato che già di per sé è molto sfuggente anche il medio-breve periodo. Tuttavia, alcune indicazioni a scala generale sul comparto euro-atlantico possono essere colte, come spesso è accaduto, sulla base di alcune valutazione di parametri stagionali per i quali i modelli sono specificamente tarati. Sottolineando che si tratterebbe solo di ipotesi evolutive, rileviamo un prospetto abbastanza interessante proposto dal modello europeo in riferimento alla Stratosfera Polare e nella fase clou dell’inverno.  Il Centro di Reading, nel simulare il possibile andamento termico alle medie-alte quote atmosferiche, appunto in Stratosfera, mediamente intorno ai 30.000 m, prospetta, dopo una fase senza grossi scossoni fino alla fine di dicembre, un anomalo riscaldamento stratosferico proprio tra fine anno e con maggiore probabilità via via nel corso di gennaio.

Un classico Strat-Warming anche di buona consistenza, stando alle proiezioni, senza entrare nel dettaglio sul tipo specifico, visto che si tratta solo di una tendenza. Interessante sarebbe anche la collocazione che vedrebbe un riscaldamento anomalo posizionato tra la Groenlandia e tutto il Canada con possibile dislocazione di un lobo polare verso i settori artici russi europei e azioni retrograde fredde verso l’Europa. Se il prospetto così come presentato nell’immagine in evidenza dovesse mantenersi immutato nei prossimi aggiornamenti e considerando anche che i dati di riferimento alla Stratosfera sono verosimilmente più affidabili di quelli troposferici per ovvie ragioni di minori interferenze sulla circolazione a quelle sezioni atmosferiche, potrebbero presentarsi nel corso dell’inverno e in particolare nella fase clou del trimestre invernale, appunto tra fine dicembre e soprattutto in gennaio, importanti azioni fredde provenienti dai settori russi alla volta dell’Europa e magari anche del Mediterraneo centrale e dell’Italia. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare i parametri stagionali forniti dal modello europeo ECMWF, apportando periodici aggiornamenti sulla possibile evoluzione di massima del prossimo inverno.

Per monitorare la situazione meteo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting:

Previsioni meteo, nel weekend la prima ondata di freddo della stagione: rischio gelo e neve sull’Italia!