La senatrice Elena Cattaneo: l’Italia “è ancora il Paese di Stamina, ostile alla scienza”

Cattaneo sul caso LightUp: "E' il segnale inequivocabile di quanto il Paese sia rimasto ostile alla scienza"

MeteoWeb

L’Erc, il Consiglio europeo della ricerca, e’ una garanzia di eccellenza globalmente riconosciuta e i suoi bandi sono fra i piu’ ambiti al mondo per la ricerca“. “E’ ancora poco diffusa tra i cittadini e i decisori politici la consapevolezza che la straordinaria accelerazione della ricerca ai tempi della pandemia, a cominciare da quella sui vaccini, e’ stata possibile grazie a conoscenze frutto della ricerca di base. E’ essenziale ribadire in Italia l’importanza dell’Erc. Ciononostante il vertice della nostra giustizia amministrativa a sprezzo del ridicolo scientifico sta mettendo in discussione l’affidabilita’ dei meccanismi di valutazione europei. Mi riferisco al progetto LightUp, vincitore di un finanziamento Erc e, purtroppo, oggetto di una nuova sospensione da parte del Consiglio di Stato“: è quanto scrive in una lettera a La Stampa la senatrice a vita e docente alla Statale di Milano Elena Cattaneo. “I ricercatori delle Universita’ di Torino e Parma responsabili di tale studio – prosegue Cattaneo – sono da tempo oggetto di una campagna di disinformazione da parte di movimenti animalisti, parallela a iniziative legali, tanto da aver ricevuto minacce e intimidazioni anonime accompagnate da proiettili. Il fatto che il supremo giudice amministrativo stia questionando, sospendendolo per due volte, la validita’ di un progetto vincitore di Erc, quindi gia’ ampiamente valutato sotto ogni aspetto scientifico ed etico, ci fa tristemente ricordare che l’Italia e’ ancora il Paese di Stamina“. “Il caso LightUp, con il preoccupante protagonismo del Consiglio di Stato e’ anche il segnale inequivocabile di quanto il Paese sia rimasto ostile alla scienza. E’ anche per questo che sostengo l’appello del presidente dell’Erc circa la necessita’ che l’accordo sul Quadro finanziario pluriennale dell’Unione garantisca e tuteli il primo di questi pilastri, la ricerca di base europea finanziata dall’Erc. Si potrebbe raggiungere questo scopo a costo zero. Basterebbe un impegno esplicito a impiegare i 4 miliardi supplementari destinati al programma Horizon per l’Excellent Science, di cui l’Erc rappresenta i 2/3“.