Gli alieni esistono e Trump lo tiene segreto per evitare panico: le dichiarazioni straordinarie dell’ex capo della sicurezza spaziale

L'esistenza degli alieni non sarebbe stata rivelata perché l'umanità ha bisogno di "evolversi per capire cosa sono lo spazio e le astronavi"

MeteoWeb

Durante la presidenza di Donald Trump le stravaganze, da più fronti, non sono mancate. Ora è la volta dell’ex capo della sicurezza spaziale israeliana, il quale ha svelato quello che, se fosse, vero, sarebbe il più grande segreto del presidente degli Stati Uniti: l’esistenza degli alieni. Haim Eshed ha affermato che il governo americano aveva un “accordo” con una “federazione galattica” di alieni, ma Trump non avrebbe rivelato la verità  perché “l’umanità non è pronta”, come ha raccontato in un’intervista al quotidiano israeliano Yediot Aharonot .

L’accordo sarebbe stato raggiunto per consentire agli alieni di ricercare e comprendere “il tessuto dell’universo “, ha detto il Jerusalem Post citando Eshed. Nell’intervista, che è stata originariamente pubblicata su Yediot Aharanot in ebraico, il signor Eshed ha parlato del suo nuovo libro ‘ The Universe Beyond the Horizon – conversations with Professor Haim Eshed‘, in cui afferma che “alieni provenienti da tutta l’area dell’universo stanno già camminando tra di noi”. Gli accordi di cooperazione tra il governo degli Stati Uniti e la federazione extraterrestre includevano una “base sotterranea nelle profondità di Marte”, ha spiegato, dove si mescolano astronauti americani e rappresentanti alieni.

alieniIl signor Eshed, che ha servito come capo del programma di sicurezza spaziale israeliano per quasi 30 anni, ha insistito sul fatto che Trump non aveva rivelato l’esistenza della Federazione Galattica perché gli è stato impedito di farlo. Secondo i rapporti, la Federazione Galattica desiderava evitare il panico di massa poiché credeva che l’umanità avesse bisogno di “evolversi e raggiungere uno stadio in cui…capire cosa sono lo spazio e le astronavi”.

Eshed ha detto al giornale che ha scelto di rivelare queste informazioni ora a causa dei troppo cambiamenti che stanno avvenendo sul nostro pianeta. Secondo quanto riferito, se fosse uscito con le sue affermazioni cinque anni fa, sarebbe “stato ricoverato in ospedale“, aggiungendo che non aveva “nulla da perdere” dopo aver ricevuto i suoi “diplomi e premi”. Ovvio che intorno alle sue affermazioni regna un certo scettismo.

Secondo Nick Pope, che era solito indagare sugli UFO per un’ex divisione del Ministero della Difesa britannico, le dichiarazioni sono “uno scherzo pratico o una trovata pubblicitaria per aiutare a vendere” il libro di Eshed. Ha anche detto che le parole del signor Eshed potrebbero essere state “perse nella traduzione”. Non era chiaro se il signor Eshed stesse parlando direttamente per conoscenza ed esperienza personale, se stesse ripetendo qualcosa che gli era stato detto, ha precisato Pope, aggiungendo: “Ci sono ancora alcuni pezzi mancanti del puzzle”.

Un portavoce della NASA ha affermato in una dichiarazione che, sebbene uno degli obiettivi chiave dell’agenzia fosse la ricerca della vita nell’universo più ampio, deve ancora trovarne i segni. “Anche se dobbiamo ancora trovare segni di vita extraterrestre, la NASA sta esplorando il sistema solare e oltre per aiutarci a rispondere a domande fondamentali, incluso se siamo soli nell’universo”.