Allerta Meteo, sarà un Capodanno di forte maltempo: di nuovo neve in pianura al Nord e in Liguria

Allerta Meteo per Capodanno: una ennesima bassa pressione a carattere relativamente freddo porterà piogge e temporali diffusi e fino a 20/30 cm di neve in pianura al Nord. Ecco tutti i dettagli con le aree interessate

MeteoWeb

Siamo alla vigilia di un nuovo sensibile peggioramento del tempo su gran parte dell’Italia. Responsabile del peggioramento, ancora correnti più fredde di matrice baltica, ma che punteranno per l’ennesima volta i settori occidentali europei, per poi sfondare relativamente anche sul Mediterraneo occidentale e attivare una bassa pressione al suolo in prossimità del medio-alto Tirreno, tra la Sardegna e la Corsica. Vi sarà un richiamo anche di aria più mite e piuttosto perturbata proveniente dai quadranti sud-occidentali e meridionali, la quale si sovrapporrà ad altra relativamente più fredda presente nei bassi strati, determinando via via una importante nevicata sulle regioni settentrionali che inizierà nel giorno di Capodanno, ma che si intensificherà nella sera di venerdì, poi nella notte sul sabato 2 e per tutta la giornata di sabato. Naturalmente il peggioramento interesserà anche le regioni centro-meridionali, soprattutto le aree tirreniche, con piogge e temporali diffusi dalla Toscana alla Calabria, su Ovest Sardegna e localmente su Nordest Sicilia, piogge più irregolari sulle regioni appenniniche orientali e del medio-basso Adriatico, piogge più intense anche sulle pianure centro-orientali del Nord.  Ma, in questa sede, ci soffermeremo essenzialmente sul fenomeno nevoso che ancora una volta riguarderà in maniera importante alcuni settori settentrionali, a questo giro in maniera più intensa soprattutto il Piemonte, le aree interne liguri e naturalmente poi Alpi e Prealpi centro-orientali.

La neve inizierà a cadere fino a bassa quota nel corso della mattinata di Capodanno, specie dalla seconda mattinata, soprattutto sulle Alpi occidentali, sul basso Piemonte e sui settori interni liguri, intorno ai 900/1.100 m sul Nord Appennino, tra i rilievi più settentrionali toscani e quelli emiliani occidentali. Via Via, dalle ore centrali e nel pomeriggio di Capodanno, la neve conquisterà anche le pianure tra la Lombardia occidentale e il Piemonte, soprattutto il Pavese, il Sudovest Lombardia e verso gran parte delle pianure piemontesi, sebbene in maniera più intensa su quelle meridionali e sud orientali, Astigiano, Alessandrino, Cuneese. Nevicate sempre più intense sui settori interni liguri fino a bassa quota. Nelle fasi pomeridiane e serali, locali nevicate potranno riguardare anche la città di Milano e quella di Torino con imbiancate a qualche centimetro di accumulo.

Attenzione poi perché nella notte e per tutta la giornata di sabato, le nevicate si intensificheranno, questa volta soprattutto sul Piemonte e sui settori interni liguri, localmente anche sul Sudovest Lombardia, soprattutto area Pavese centro-meridionale. Su tutte queste aree pianeggianti, potranno aversi nevicate anche forti con accumuli entro la mezzanotte su domenica 3, fino a 15 cm diffusamente in pianura e attesi probabilmente intorno ai 20/25 cm di accumulo anche sulla città di Torino. Su Milano, invece, il campo termico potrebbe essere piuttosto al limite per cui neve, soprattutto nel giorno di sabato, ma anche prima, potrebbe trasformarsi in pioggia. Naturalmente, neve forte fino a bassa quota su Alpi e Prealpi con accumuli diffusi sui 20/30 cm, ma anche verso i 40 o 50 cm sulle Prealpi centro-orientali, su Ossola, Biellese Piemonte settentrionale e localmente accumuli intorno ai 30/40 cm anche sulle colline interne tra Savonese e Genovese. Il campo termico non sarà sufficiente per precipitazioni nevose sul resto delle pianure settentrionali, salvo un po’ di centimetri nelle prime fasi sul Piacentino e sul Lodigiano, dove invece saranno presenti piogge diffuse, più intense sull’Emilia e sulla pianure centro orientale lombarda, anche sulle pianure centro-settentrionali venete, piogge più irregolari, invece, sulla Romagna e sul Polesine.

Per monitorare la situazione meteo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: