Maltempo, allerta meteo massima per il Nord-Est: continueranno piogge e nevicate estreme, alto rischio di alluvioni e valanghe

Allerta Meteo, continua il weekend terribile del Nord-Est: alto rischio di alluvioni e valanghe con ulteriori piogge e nevicate. Maltempo anche sul resto d'Italia

MeteoWeb

Allerta Meteo – Le Alpi sono già sommerse dalla neve. In Alto Adige, si sfiora il metro e mezzo di accumulo in montagna ma le nevicate continueranno ancora nelle prossime ore, così come su tutto il Nord-Est. Ma la neve non è e non sarà l’unico problema: altre piogge torrenziali si sommeranno a quelle già cadute nelle ultime 24 ore sulle regioni nordorientali. Dalla combinazione di nubifragi, fusione della neve e altra neve ad alta quota deriva il rischio di alluvioni e valanghe devastanti nell’area. L’allerta anche per la giornata di domenica 6 dicembre resta, dunque, altissima.

Una depressione molto profonda e intensa si è stabilita sull’Europa occidentale e sudoccidentale, mentre una persistente dorsale è posizionata sulla Russia occidentale e sull’Est Europa. Tra queste due caratteristiche dominanti, una potente corrente a getto meridionale porta tanta umidità verso nord e una massa d’aria notevolmente più calda dal Mediterraneo raggiunge le Alpi e l’Europa centrale. Un profondo ciclone secondario sta emergendo sull’Italia.

Alpi, Italia, Austria e Slovenia

Livigno

Per parti del Nord-Est italiano fino all’Austria meridionale esiste il pericolo di quantità estreme di pioggia e neve. I quantitativi di pioggia totali potrebbero superare i 500mm in 36 ore fino alla notte di domani, mentre oltre i 1800 metri di quota potrebbero accumularsi oltre 3 metri di neve nello stesso periodo. Considerate le quantità estreme di precipitazioni in un periodo di tempo così breve, esiste un potenziale molto alto per alluvioni e valanghe disastrose su questi settori delle Alpi. Con l’avvezione calda dal Mediterraneo e i forti venti in atto, ci sono intense piogge e nevicate orografiche sull’area del Mediterraneo settentrionale. Simili quantità di precipitazioni possono rappresentare una seria minaccia di alluvioni per le aree in pianura.

Al Centro Italia lungo l’Appennino, in Slovenia occidentale e Croazia i nubifragi potrebbero raggiungere i 100-200mm in 36 ore, con il rischio di alluvioni localizzate.

Il resto d’Italia non sarà risparmiato dal maltempo: previste tempeste con piogge torrenziali e forti venti.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: