Alluvione Sardegna: per risollevare Bitti servono almeno 50 milioni

Alluvione a Bitti: "La Regione ha già messo a disposizione un pacchetto di 40 milioni di euro per enti locali, cittadini e aziende agricole"

MeteoWeb

Un’alluvione ha devastato Bitti, nel Nuorese, il 28 novembre scorso e secondo la prima stima della Protezione civile regionale, per risollevare il paese servono almeno 50 milioni di euro. Per gli interventi piu’ urgenti, gia’ in corso, servono oltre 9 milioni, ha spiegato l’assessore all’Ambiente della Regione Sardegna, Gianni Lampis, che stamane ha accompagnato il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia in un sopralluogo nel paese, assieme al capo della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli. Le altre somme serviranno per la riduzione del rischio idraulico e idrogeologico.

“La Regione”, ha ricordato Lampis, “ha gia’ messo a disposizione un pacchetto di 40 milioni di euro per enti locali, cittadini e aziende agricole”. “La contemporanea presenza di Stato, Regione e Comune rappresenta un segno concreto della leale collaborazione istituzionale e della vicinanza ad una comunita’ fortemente colpita, che ha prontamente dimostrato una grande forza per una rapida ripartenza”, ha osservato l’assessore, oggi presente a Bitti assieme al direttore generale della Protezione civile regionale, Antonio Belloi, per il sopralluogo nelle strade piu’ colpite, da piazza Asproni a via Cavallotti, da via Brigata Sassari a piazza San Giovanni. “C’e’ ancora tanto da fare, ma e’ gia’ evidente il lavoro svolto finora da un’esemplare e lodevole macchina organizzativa“, ha aggiunto Lampis. “Dobbiamo, nel piu’ breve tempo possibile, consentire ai cittadini di tornare alla normale vita quotidiana in sicurezza”.

Al sopralluogo e’ seguito un tavolo tecnico in prefettura a Nuoro. “Il governo“, ha ricordato l’assessore all’Ambiente, con delega alla Protezione civile, “ha decretato il riconoscimento dello stato di emergenza nazionale, che ci consentira’ di ottenere strumenti e risorse per accelerare i tempi della ricostruzione e della messa in sicurezza del paese, affrontando subito i problemi piu’ urgenti”.

In arrivo dal governo altri 9 milioni per urgenze

Saranno immediatamente stanziati per interventi urgenti a Bitti 9 milioni di euro, che vanno ad aggiungersi ai 2 milioni già stanziati dal Governo. E’ stato il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, a dirlo al termine dell’incontro in Prefettura, a Nuoro. “Resta sullo sfondo la valutazione molto critica che faccio io e tutto il Governo per i 7 anni persi dal 2013. Valuteremo poi nelle sedi opportune le cause, gli interventi che doveva fare la Protezione civile, sono stati fatti ma non si può vivere di sole emergenze. Abbiamo preso atto che ci sono passaggi che sono ancora agli albori della progettazione e questo non deve più accadere”, ha detto Boccia.