Cashback di Natale: perché i pagamenti contactless non risultano sull’app IO e come risolvere il problema

Cashback di Natale: perché i pagamenti contactless non vengono acquisiti dall’app IO e come rimediare

MeteoWeb

Tra pochi giorni (31 dicembre 2020) si concluderà il cashback di Natale: dopo le criticità iniziali e i rallentamenti dell’app IO, gli italiani si sono lanciati negli acquisti natalizi, preferendo l’utilizzo delle carte ai contanti, ma molti si sono accorti che non tutte le transazioni effettuate sono state acquisite dall’app IO.
Cosa è successo? PagoPa ha precisato in una nota che è possibile che, in riferimento ad alcuni tipi di bancomat, alcune transazioni non siano validate.

Cashback, i pagamenti contactless non risultano sull’app IO: come risolvere il problema?

Per poter accedere al rimborso del 10% degli acquisti previsto dal piano Cashback (con un minimo di 10 transazioni valide) è necessario registrare la propria carta (o anche più di una) all’interno dell’app IO.
Alla registrazione della carta con la quale si intendono effettuare gli acquisti deve seguire l’inserimento dell’IBAN relativo al conto sul quale si vuole venga effettuato il rimborso.
Al momento dell’inserimento dei dati della carta, risultano tre diversi tipi di carta: carta di debito, credito o prepagata; carta Bancoposta o Postepay; carta PagoBancomat.
Fin qui tutto chiaro e noto, ma il punto principale è questo: per le carte che operano su un doppio circuito (pagoBancomat/Maestro e PagoBancomat/V-Pay) gli acquisti fatti in modalità contactless (ossia avvicinando semplicemente la carta al lettore senza inserirla nel POS) potrebbero non essere validi ai fini del cashback di Natale.
Queste carte hanno due numeri (PAN) diversi e, se abbiamo inserito nell’app IO una carta con doppio circuito solo come carta pagobancomat, gli acquisti in modalità contactless non saranno riconosciuti, perché avvengono tramite altro circuito.
E’ necessario, quindi, registrare sull’app IO due volte la stessa carta, sia come carta di debito/credito che come carta pagobancomat.
In ogni caso, viene consigliato in generale di inserire la carta nel POS e digitare il PIN, affinché l’acquisto possa essere considerato valido per la registrazione nell’app IO e, conseguentemente, risultare tra le transazioni ai fini del rimborso.