Coronavirus, il Tar respinge la sospensiva del Governo sulle aperture della Valle d’Aosta

Il 16 dicembre, la Valle d’Aosta ha riaperto bar e ristoranti, arrivando al braccio di ferro con il Governo: il Tar non sospende l'ordinanza

MeteoWeb

Il 16 dicembre, la Valle d’Aosta ha riaperto bar e ristoranti, in deroga alla fascia arancione in cui si trova ancora, disponendo che le attività possono rimanere aperte dalle 5 alle 18, solo con servizio al tavolo. È allora scattato il braccio di ferro con il Governo che ha impugnato l’ordinanza, chiedendo sia la sospensiva sia l’annullamento del provvedimento.

Il Tar della Valle d’Aosta, però, ha respinto la sospensiva richiesta dal Governo, secondo quanto rende noto la Regione Valle d’Aosta.