Israele, uomo muore di infarto dopo la somministrazione del vaccino anti-Covid Pfizer: nessuna connessione tra morte e farmaco

"Il controllo iniziale non ha rilevato una connessione tra l'accaduto e il vaccino, la campagna di vaccinazione continua"

MeteoWeb

In Israele un anziano è morto per un attacco di cuore dopo che gli è stato somministrato il vaccino anti-covid della Pfizer. Lo ha annunciato il ministero della Salute locale. “Un uomo di 75 anni del nord del Paese, che aveva patologie cardiache e oncologiche e aveva avuto diversi attacchi di cuore in passato, è stato vaccinato questa mattina ed è morto a casa subito dopo la vaccinazione”, ha spiegato il ministero in un comunicato. “Partecipiamo al dolore della famiglia”, ha sottolineato il direttore generale del ministero della Sanità, Chezy Levy.

Le autorità preposte hanno istituito una commissione speciale per esaminare l’incidente e capire se vi fosse un nesso con il vaccino. “Il controllo iniziale non ha rilevato una connessione tra l’accaduto e il vaccino, dunque la campagna di vaccinazione continua”, ha aggiunto il ministero della Salute. Israele ha lanciato la vaccinazione di massa il 20 dicembre, a partire dal personale delle strutture mediche e geriatriche, oltre che dagli studenti di medicina e dai funzionari governativi. La seconda fase prevede la vaccinazione dei cittadini di età superiore ai 60 anni e delle persone appartenenti a gruppi ad alto rischio.