Le Previsioni Meteo per Natale 2020

Previsioni meteo Natale: possibile cirolazione umida atlantica con piogge su molte regioni, ma ci sarebbero anche aree più asciutte. Ecco i settori più a rischio piogge

MeteoWeb

Inizia a delinearsi, sebbene manchino ancora quasi 10 giorni alla festività di Natale, il possibile tempo che potrebbe caratterizzare il giorno probabilmente più bello e più atteso dell’anno. E’ più che probabile che l’interesse sul fattore atmosferico possa essere quest’anno meno importante, per via delle verosimili restrizioni legate alla emergenza sanitaria, tuttavia, cerchiamo di delineare ugualmente la possibile evoluzione del tempo e, magari, in virtù proprio delle restrizioni, la notizia di un possibile tempo instabile potrebbe essere meglio assorbita. Difatti, sulla base delle ultime analisi, il giorno di Natale potrebbe essere caratterizzato da un tipo di tempo atlantico, umido e probabilmente anche con piogge diffuse su molte regioni.

Dopo qualche giornata all’insegna di una moderata alta pressione che potrebbe riguardare il Mediterraneo centrale e l’Italia tra il 22 e il 23 del mese, via via, già nel corso della Vigilia,  inizierebbero infiltrazioni di correnti umide atlantiche verso le regioni settentrionali con arrivo di prime nubi e piogge, probabilmente su buona parte del Nord e sull’alto Tirreno, soprattutto sulla Toscana. Intensificazione delle nubi su tutte le regioni tirreniche, con qualche possibile prima pioggia nella Vigilia anche sul Lazio, tempo ancora buono altrove e con maggiori schiarite.

Per venerdì 25, le correnti instabili oceaniche, raggiungerebbero progressivamente gran parte del Centro, escluso probabilmente soltanto l’Abruzzo e le Marche centro-meridionali, e anche la Campania, fino alla Calabria settentrionale. Giornata di Natale, quindi, con nubi e piogge diffuse al Centro Nord, eccetto il medio Adriatico, e piogge diffuse anche sulla Campania e sul Cosentino. Probabilmente le piogge più importanti riguarderebbero la Liguria di levante, l’alta Toscana, i settori alpini centrali, il Friuli-Venezia Giulia e poi il Lazio e la Campania. Qualche piogge sulla Sardegna, mentre sul medio-basso Adriatico e sul resto del Sud, potrebbe esserci un aumento di nubi irregolari, anche una maggiore ventilazione di Libeccio, ma con buona probabilità festività di Natale ancora all’insegna del tempo asciutto o solo con qualche fenomeno veloce e localizzato e, magari, anche con schiarite. Sotto l’aspetto termico, potrebbe aversi una diminuzione delle temperature sulle regioni alpine e prealpine, da vedere meglio anche se sul resto del Nord, con nevicate fino a quote medio-basse, a quote medie sul Nord Appennino. Temperature, invece, stazionarie e un po’ sopra la norma al Centro-Sud. La redazione di MeteoWeb monitorerà costantemente l’evoluzione del tempo per il giorno di Natale, apportando periodici aggiornamenti.