Maltempo Campania, esonda il lago d’Averno nell’area flegrea: allagamenti e smottamenti tra Pozzuoli e comuni vicini

Maltempo, in Campania il lago d'Averno, per l'ostruzione creata da detriti e vegetazione spontanea, ha invaso la sede stradale e le vicine strutture archeologiche

MeteoWeb

Il maltempo dei giorni scorsi continua a fare danni in Campania. Le intense piogge che si sono abbattute sull’area flegrea hanno provocato l’esondazione del lago d’Averno, smottamenti ed una serie di allagamenti di strade e terreni. Il lago d’Averno, per l’ostruzione creata da detriti e vegetazione spontanea lungo il canale di collegamento al mare, ha invaso la sede stradale, le strutture archeologiche che sorgono in prossimita’ ed anche alcuni terreni agricoli circostanti. Necessario un intervento di bonifica ‘urgente’, gia’ richiesto dal comune di Pozzuoli, per la manutenzione del canale di sforo e per ripristinare le aree perimetrali al bacino lacustre.

Il maltempo ha provocato anche uno smottamento in via Vecchia Campana, con il cedimento di un muro di contenimento di un terrapieno lungo un percorso in basolato romano dell’antica via Campana e allagamenti diffusi della sede stradale di via Vecchia Campana e nella zona di San Martino e Montagna Spaccata. Problemi di allagamenti stradali e terranei anche nel centro storico e lungo la litoranea.

Caduta di massi: 38 persone evacuate nel Salernitano

Le intense piogge che stanno interessando il Salernitano hanno causato il distacco e la caduta di alcuni grossi massi dal costone roccioso che sovrasta il centro abitato di Ottati, finendo sulla strada provinciale 12 e colpendo un’auto in sosta e un’abitazione. Non si registrano feriti. “Un vero miracolo“, dice all’AGI il sindaco Elio Guadagno che ha firmato due ordinanze con le quali attiva il centro operativo comunale e dispone l’evacuazione di alcune case, la sospensione delle attivita’ commerciali presenti in quella zona e il divieto di transito sulla strada interessata.

Abbiamo dovuto procedere sia all’interruzione del traffico veicolare e pedonale lungo la Sp 12, sia all’evacuazione preventiva di 38 cittadini, molti dei quali sono stati ospitati, con costi a carico a del Comune, in alcune strutture ricettive del posto“, spiega Guadagno chiarendo che la caduta massi “ha messo a serio rischio le abitazioni che sono al di sotto e una di queste e’ stata colpita nel cortile e su una tettoia adiacente. Da domani, siamo gia’ al lavoro, grazie ad un intervento in somma urgenza finanziato dalla Regione Campania per un importo di 50mila euro, per la bonifica e la pulizia dell’area in modo da ripristinare subito le condizioni e consentire ai cittadini di rientrare nelle proprie abitazioni”. Ma, osserva che “tutto e’ subordinato alle condizioni meteorologiche” e, percio’, “confidiamo nel tempo, anche se abbiamo l’allerta meteo arancione“. Nel frattempo, oggi, e’ stato effettuato un primo sopralluogo “da parte dell’ufficio tecnico e delle autorita’ preposte, in particolare il genio civile di Salerno, la Provincia di Salerno, i Vigili del fuoco di Salerno, la Comunita’ Montana Alburni e la Prefettura di Salerno”, si legge in uno dei provvedimenti del sindaco.