Maltempo Lazio, il comune di Civitavecchia chiederà lo stato di calamità naturale

Il Comune di Civitavecchia pronto a chiedere lo stato di calamità naturale dopo le mareggiate dei giorni scorsi

MeteoWeb

Il Sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco ed il Vicesindaco Manuel Magliani, dopo il sopralluogo sull’area costiera, hanno deciso che il Comune chiederà lo stato di calamità naturale per le mareggiate dei giorni scorsi. Masse di detriti e pronunciati fenomeni di erosione si registrano su tutta la linea di costa, ma anche nelle opere pubbliche della parte urbana. ”Questa mattina dopo essermi relazionato con il sindaco ho effettuato un sopralluogo congiunto con i tecnici comunali sulla Marina e su tutto il tratto costiero urbano, dove a causa del maltempo di questi giorni i danni sono ingenti. Nel contempo ho parlato con i rappresentanti del territorio in Regione Lazio, al fine di valutare la possibilità di richiedere la dichiarazione di stato di calamità naturale’‘, ha dichiarato Magliani.

Ai sensi dell’art.15 comma 1bis della LR 26 febbraio 2014 n.2 (come modificata dalla LR 8/2020) l’amministrazione sta predisponendo un apposito atto di indirizzo, corredato da documentazione comprovante l’entità dei danni riscontrati, per individuare le risorse necessarie allo scopo di ripristinare il corretto stato dei luoghi. “Nel corso dei prossimi giorni verranno effettuati ulteriori monitoraggi da parte dell’Amministrazione, che è intenta nel porre rimedio nel più breve tempo possibile ai danni riportati interagendo concretamente con la Regione Lazio. Il Sindaco ha già avviato fin dall’insediamento un fitto dialogo con l’Autorità di sistema portuale per la realizzazione della barriera di protezione della Marina, dialogo che continuerà anche con il nuovo Presidente Musolino, in quanto le opere di protezione sono ancora più urgentemente una priorità dell’Amministrazione comunale, proprio nell’ottica della salvaguardia della costa”, ha concluso il vicesindaco.