Allerta Meteo, tutti i DETTAGLI sull’irruzione fredda di Natale: forte maltempo sull’Italia – MAPPE

Allerta Meteo: proprio nel giorno di Natale inizia l'irruzione d'aria fredda sull'Italia, con intensificazione delle nubi su molte regioni e piogge sparse ma maltempo localmente anche forte e con neve a bassa quota. Ecco le ultimissime sul Natale

MeteoWeb

Dall’ ultimo scatto satellitare, si notano distintamente le due figure bariche protagoniste del tempo per la giornata di Natale: un’alta pressione di blocco sull’Est Oceano e fino al Regno Unito e una vasta area depressionaria con fulcro collocato tra la Lituania e la Bielorussia, ma estesa a gran parte dell’Europa nord-orientale e ai settori baltici. L’azione a ingranaggio delle due figure bariche, sta già dirottando aria piuttosto fredda di estrazione artica-scandinava verso la Danimarca, la Germania e in direzione della Francia. In queste ore serali di Vigilia, l’aria fredda ha fatto irruzione su tutto il Centro-Nord Europa, con nevicate diffuse fino a bassa quota sulla Francia centro-meridionale, nei pressi di Lione, e altre sul Sud della Germania, magari qui a quote più di media-alta collina.

 

Al momento il freddo sta appena sfiorando i settori alpini ma, via via, avanzerà verso Sud, scavalcando le Alpi nella mattinata di domani e in buona parte sfondando attraverso il Golfo del leone, la Valle del Rodano, irromperà sul Mediterraneo centro-settentrionale e occidentale nel corso della giornata di domani. Già in mattinata, le prime correnti fredde daranno luogo a piogge diffuse al Nordest, ma soprattutto tra la Lombardia meridionale, il Sud Veneto, l’Emilia-Romagna e la Liguria di Levante. Precipitazioni sparse anche sul basso Piemonte. In mattinata, locali nevicate, soprattutto sull’Appennino emiliano-ligure e dell’estremo Nord Toscana, inizieranno a cadere intorno ai 600/800 m, per aria ancora non particolarmente fredda. Nel frattempo, correnti occidentali addenseranno nubi sulle aree tirreniche, soprattutto su quelle appenniniche relative, con locali piogge sparse dalla Toscana al Lazio e fino alla Campania, Nord Calabria e su Ovest Sardegna. Addensamenti e fiocchi a quote medio-basse su Alpi e Prealpi, soprattutto centro-orientali.

 

 

Il peggioramento più intenso, tuttavia, interverrà nel corso del pomeriggio e poi la sera, quando l’aria fredda farà  ingresso più deciso sul nostro bacino, anche dalla porta della Bora,  attivando una bassa pressione, mediamente collocata tra il medio-alto Tirreno, la Toscana, l’Emilia-Romagna, l’Umbria e le Marche. Appunto dal pomeriggio, piogge e rovesci diventeranno forti sull’Emilia-Romagna, con nevicate a quote via via più basse, fino a 300/400 m entro sera, in particolare sui rilievi appenninici emiliani un po’ tutti, su quelli della Toscana settentrionale, localmente sulle aree interne liguri di Levante e sul Sudest Piemonte. Ancora nubi con piogge e rovesci sparsi tra il Centro Sud Veneto, il Sudest della Lombardia, piogge diffuse tra la Toscana e tutte le aree tirreniche, Lazio, Campania, Calabria, Ovest Sicilia e Ovest Sardegna, più intense tra basso Lazio, Ovest Campania e Ovest Consentito. Fiocchi, ma abbastanza deboli e irregolari, fino a bassa quota su Alpi e Prealpi, soprattutto centro-orientali e, in serata, neve fino a 600/800 m anche sul Centro Appennino, occasionalmente sui rilievi centrali della Sardegna.

Il tempo andrà meglio sul medio-basso Adriatico, sulle regioni ioniche, sul Centro Est della Sicilia, sul Sud della Calabria, sull’Est della Sardegna e diffusamente sul resto del Nord, specie al Nordovest, tra Piemonte e Lombardia. Le temperature saranno in sensibile calo, soprattutto entro sera, al Centro Nord. Infine i venti, attesi tutti in rinforzo dai quadranti occidentali, moderati o forti sulle aree appenniniche e tirreniche un po’ tutte, forti o localmente violenti sui bacini settentrionali sardi e sul Tirreno centro-settentrionale.

Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta: