Meteo Veneto: nel Bellunese Novembre 2020 è stato il più soleggiato degli ultimi 30 anni [DATI]

Meteo, Arpa Veneto: i 24 giorni di sole fanno di questo mese di novembre il più soleggiato degli ultimi 30 anni nel Bellunese

MeteoWeb

Questo mese è risultato molto soleggiato, siccitoso e particolarmente mite in quota. Se si esclude qualche giornata variabile, una mattinata ed una nottata di maltempo fra il 16 ed 20, tutto il resto del mese è trascorso all’insegna del bel tempo, con lunghe serie di giornate splendide, caratterizzate da cielo sereno e terso e temperature diurne molto miti, soprattutto in montagna: questo il bilancio relativo al mese di Novembre 2020 di Arpa Veneto, per quanto riguarda in particolare la provincia di Belluno.
I 24 giorni di sole fanno di questo mese di novembre il più soleggiato degli ultimi 30 anni, meglio ancora del novembre 2011 (23 giorni di bel tempo, ma anche 5 giornate perturbate), spiega Arpa. Le temperature medie mensili sono risultate da 2°C a 3.5°C superiori alla norma in quota, mentre a fondovalle l’anomalia è stata più contenuta (da 0.5°C a 1°C). Se si esclude una breve fase con temperature un po’ sotto la norma, dal 20 al 22, in tutto il resto del mese i valori termici sono rimasti sopra la media, soprattutto nella prima decade. Lo zero termico è variato fra un minimo di 1160 m del giorno 21 ed un massimo di 3960 m nei giorni 3 e 19. Lo scarto della temperatura media da inizio anno nel capoluogo, rispetto alla norma, è sceso a +0.5°C. Le precipitazioni totali mensili sono state ovunque estremamente scarse, comprese in media fra 5 e 15 mm.
Si sono avuti, infatti, solo due modesti e brevi episodi di maltempo poco dopo metà mese. Anche la frequenza delle precipitazioni è risultata ovviamente molto più bassa del normale, con 2-3 giorni piovosi o nevosi, a fronte di una media pluriennale di 7-8. Negli ultimi 30 anni è accaduto solo altre due volte di avere un novembre così siccitoso (anni 2015 e 1988). Le nevicate in montagna di conseguenza sono state modeste e a quote medio-alte, con apporti apprezzabili (5-20 cm a 2000 m) solo nella notte fra il giorno 19 ed il giorno 20. Il bilancio pluviometrico da inizio anno mostra totali di pioggia/neve perfettamente in linea con le medie storiche, ad eccezione di qualche località delle zone settentrionali (Arabba +23% e Auronzo +28%). L’esiguità delle precipitazioni di questo mese è risultata, per il 2020, pari a quella di gennaio e febbraio.

Eventi o fenomeni particolari da ricordare di questo mese:

  • Giorni 1 e 2: caldo anomalo in quota, con temperature massime di 17.5°C a Cortina, 16.3°C ad Arabba e a Pian del Crep (Zoldo Alto), 12.5°C a Passo Valles. Insolitamente alte in quota anche le minime, con +9.1°C a Pian del Crep, 8.6°C a Malga Campobon (1940 m, in Val Visdende) e 7.3°C sul Faloria.

In tutto si sono avuti 24 giorni soleggiati, 6 nuvolosi o variabili e nessuna giornata di prevalente maltempo.