Miliardario acquista il ranch “Neverland” di Michael Jackson, “svenduto” per 22 milioni [FOTO]

Nel 1987, Michael Jackson pagò l'enorme ranch 19,5 milioni di dollari, ribattezzandolo "Neverland", in onore dell'isola di Peter Pan dove i bambini non crescono mai

  • Foto Jason Kirk/Getty Images
    Foto Jason Kirk/Getty Images
  • Foto Jason Kirk/Getty Images
    Foto Jason Kirk/Getty Images
  • Foto Jason Kirk/Getty Images
    Foto Jason Kirk/Getty Images
  • Foto Frazer Harrison/Getty Images
    Foto Frazer Harrison/Getty Images
  • Foto Frazer Harrison/Getty Images
    Foto Frazer Harrison/Getty Images
  • Foto Frazer Harrison/Getty Images
    Foto Frazer Harrison/Getty Images
  • Foto Frazer Harrison/Getty Images
    Foto Frazer Harrison/Getty Images
  • Foto Frazer Harrison/Getty Images
    Foto Frazer Harrison/Getty Images
/
MeteoWeb

Il ranch Neverland ranch di Michael Jackson in California ha trovato un nuovo proprietario: si tratta dell’uomo d’affari miliardario Ron Burkle.
Burkle ha comprato la proprietà di 2.700 acri a Los Olivos, e il Wall Street Journal riporta che la proprietà è stata venduta per 22 milioni di dollari. Il prezzo richiesto era 100 milioni di dollari nel 2016, poi è sceso a 67 milioni l’anno successivo.
A riferire dell’acquisto è stato un portavoce dello stesso Burkle, ex amico del Re del Pop deceduto nel 2009. Originariamente, nel 1987, Michael Jackson pagò l’enorme ranch 19,5 milioni di dollari, ribattezzandolo “Neverland”, in onore dell’isola di Peter Pan dove i bambini non crescono mai, facendone la sua abitazione nel picco della carriera. La proprietà venne trasformata in un parco divertimenti, con uno zoo e un luna park dove il cantante amava intrattenere bambini e famiglie. Tra gli anni ’90 e 2000, “Neverland” diventò l’epicentro di varie inchieste legate alle accuse di abusi sessuali su minori a carico di Jackson. Assolto nel 2005, il cantante non fece mai più ritorno al ranch, che fu venduto poco prima della sua morte, nel 2009, alla Colony Capital di Thomas Barrack Jr.