Morte Maradona, importanti novità sull’eredità: escluse dal testamento due figlie e l’ex moglie

A poco più di una settimana dalla morte di Maradona importanti novità sull'eredità del Pibe de Oro

MeteoWeb

La morte di Maradona sta ancora facendo discutere: l’ex campione argentino è morto il 25 novembre mentre si trovava nella sua casa di Tigre, in Argentina, dove stava trascorrendo la convalescenza a seguito dell’operazione al cervello a cui si è dovuto sottoporre il mese scorso. Le autorità hanno aperto un’indagine a causa delle strane e misteriose dinamiche in cui il Pibe de Oro è morto, e intanto in Argentina non si fa altro che parlare dell’eredita.

Lotta tra i figli per l’eredità di Maradona

I figli di Maradona hanno iniziato una dura battaglia per l’eredità che vede coinvolte anche le ex compagne del Pibe de Oro. Tutti i parenti più vicini dell’ex calciatore, morto la settimana scorsa, sperano di essere inclusi nel testamento e di poter ricevere una ‘fetta’ del patrimonio di Maradona, tanto da aver avviato già una dura battaglia legale.

Importanti novità sul testamento di Maradona

Dall’Argentina arrivano però importanti novità sul testamento del Pibe de Oro: secondo il Clarin Maradona avrebbe escluso dall’eredità l’ex moglie, Claudia Villafane e le due figlie, Dalma e Gianinna, nate dal matrimonio durato 24 anni. Il quotidiano argentino ha rivelato le volontà dell’ex calciatore svelando chele avrebbe modificate proprio di recente, quando viveva a Dubai.

Cinque anni fa Maradona scoprì un buco di 6 milioni di dollari e la scomparsa di 458 cimeli: un episodio avvenuto quando l’ex moglie, Claudia Villafane, era sua tutrice legale. L’ex campione accusò la donna in una causa ancora in corso quando è morto Maradona. Sarebbe proprio questa causa ad impedire all’ex moglie del Pibe di beneficiare dell’eredità. Dall’eredità sarebbero escluse anche Dalma e Gianinna, che secondo Maradona “hanno scelto di restare con chi non e’ stato un buon esempio di madre“.

A chi andrà quindi l’eredità di Maradona?