Previsioni Meteo 29-31 Dicembre: ultimi giorni del 2020 con tanto maltempo e molto vento

Previsioni Meteo: il 2020 chiuderà all'insegna delle correnti instabili, a tratti perturbate atlantiche, con nubi e piogge diffuse. Vediamo le aree dove il maltempo colpirà di più

MeteoWeb

Correnti instabili, a tratti perturbate, di matrice atlantica, prenderanno le redini delle circolazione nel corso degli ultimi giorni del mese, comportando sull’Italia un tempo piuttosto compromesso, all’insegna di piogge e temporali diffusi e anche del forte vento in diverse fasi. L’inizio settimana sarà contrassegnato dalla sovrapposizione delle correnti atlantiche più miti su un cuscino di aria fredda, con una poderosa nevicata sulle regioni del Nord e venti forti occidentali e meridionali al Centro Sud. A seguire, le correnti atlantiche avranno il sopravvento e arrecheranno progressivamente piogge diffuse. Centro motore della circolazione umida e instabile oceanica sarà una vasta e persistente area depressionaria mediamente collocata sul Centro Ovest Europa e con fulcro principale in prossimità del Regno Unito, ma con diverse collocazioni dei minimi barici secondari, mediamente spazianti tra il Regno Unito, la Francia, parte dell’Europa centrale e anche verso il Nord Italia.

Trattandosi di una circolazione occidentale, il campo termica non sarà eccessivamente freddo, tuttavia nemmeno sarà mite, poiché proprio verso l’Oceano penderà una circolazione più fredda artica la quale raffredderà anche le correnti atlantiche. Sono attese, tutto sommato, temperature nella norma, naturalmente un po’ più fredde sulle regioni settentrionali. In sintesi, abbiamo rappresentato anche le aree maggiormente interessate da nubi e piogge. Si tratta dei settori tirrenici, più esposti a una circolazione di matrice atlantica e sudoccidentale, delle aree centro-orientali del Nord e dell’Ovest della Sardegna. In particolare, piogge anche forti, a tratti, potrebbero interessare le aree tirreniche centrali, soprattutto Lazio, Campania, il centro Nord Toscana, temporaneamente l’estremo Levante Ligure, e piogge moderate a forti su Ovest Sardegna. Piogge presenti, ma meno intense e anche più irregolari, sulle aree centro-orientali del Nord, eccetto l’Est Friuli, anche qui con possibilità di fenomeni temporaneamente forti. Le precipitazioni, invece, seppure presenti ogni tanto, saranno più irregolari sul medio-basso Adriatico, sulle regioni ioniche in genere e anche sulla Sicilia centro-orientale. Sul Piemonte e sull’Ovest Liguria, a parte una instabilità a carattere anche invernale a inizio settimana, successivamente prevarrà una generale variabilità con fenomeni scarsi o deboli localizzati fino al 31. Un cenno, infine, alla neve. Oltre alla forte nevicata di inizio settimana al Nord, fino in pianura, e anche sul Centro Appennino, ma qui a 900/1200 m, nei giorni a seguire essa continuerà a cadere abbastanza ricorrentemente sull’Appennino centrale a quote mediamente comprese tra 900 e 1300 m,  fino a bassa quota, ma con intensità debole o moderata, su Alpi e Prealpi centro-orientali. La redazione di MeteoWeb seguirà costantemente l’evoluzione del tempo per tutta la fine dell’anno, apportando quotidiani aggiornamenti.

Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta: