Previsioni Meteo Gennaio 2021: la tendenza da Capodanno all’Epifania

Previsioni Meteo Gennaio 2021: circolazione perturbata sub-polare a oltranza. Prima settimana dell'anno all'insegna di correnti relativamente fredde dal Nord Atlantico con clima invernale. Ecco le ultimissime sul tempo tra Capodanno e l'Epifania

MeteoWeb

La circolazione instabile o a tratti perturbata che andrebbe instaurandosi nel corso delle festività natalizie e poi verso la fine dell’anno, potrebbe avere un prosieguo abbastanza lungo, con possibile persistenza per tutta la prima settimana di gennaio o oltre. Sotto l’aspetto dell’instabilità, quindi, viene confermato quanto già da diversi giorni indicano tutti i parametri evolutivi sul medio-lungo periodo, ossia una lunga fase depressionaria che riguarderebbe gran parte dell’Europa e in maniera abbastanza incisiva proprio il Mediterraneo centrale e l’Italia. Dagli aggiornamenti ultimi, piuttosto, notiamo qualche modifica strutturale, non significativa sotto l’aspetto dell’instabilità, però potrebbe comportare  variazioni sotto l’aspetto termico. Gli ultimi aggiornamenti sino a ieri, infatti, avevano mostrato un’azione più incisivamente meridiana dei flussi perturbati, con estrazione più artica delle masse d’aria associate che non sub-polare marittima.

Invece, dalle ultime emissioni, sebbene anche queste poi vadano in qualche modo verificate nel corso dei prossimi giorni, le saccature stesse potrebbero mostrarsi meno taglienti, con azione più aperta, quindi con maggiore dispersione del freddo alle latitudini medio-alte europee e meno penetrante verso il Mediterraneo centrale e l’Italia. Certamente, il contesto circolatorio generale  assumerebbe comunque connotati invernali con temperature che si porrebbero in qualche fase anche un po’ sotto le medie del periodo, tuttavia, non sembrerebbe una circolazione predisponente intense ondate di freddo. Per intenderci, l’asse instabile potrebbe assumere una direttrice nord-oceanica e non baltica-scandinava, men che meno continentale, quindi più freddo sì, ma nella norma, senza ondate di freddo eccezionali, perlomeno stando agli aggiornamenti ultimi. In termini di conseguenze, a fronte di una instabilità ricorrente e, lo ribadiamo, in alcune fasi anche forte e diffusa su gran parte del paese, le nevicate potrebbero presentarsi in più di qualche occasione anche a bassa quota sulle regioni settentrionali; sul  Centro Sud Appennino, però, la quota potrebbe essere in prevalenza medio-alta collinare, al più temporaneamente di bassa collina sull’Appennino centrale.  Insomma, secondo le ultimissime indicazioni, soprattutto sulle regioni meridionali  potrebbe arrivare meno freddo del previsto, anche se va detto che non sarà certamente questa ultima la linea di tendenza poi definitiva, in un contesto che comunque continua a rimanere altamente predisponente a condizioni circolatorie spiccatamente invernali.

La redazione di MeteoWeb seguirà costantemente l’evoluzione del tempo nel medio-lungo periodo, apportando quotidiani aggiornamenti.

Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta: