Previsioni Meteo, è iniziato un inverno-turbo: Venerdì 4 altra grande nevicata su gran parte del Nord

Previsioni meteo: non finirà di stupire questo avvio di dicembre con perturbazioni atlantiche a ripetizione e ancora un'occasione per FORTE NEVE fino in pianura al Nord. Possibili altri 10/20 cm diffusi, fino a 50 cm. Ecco tutti i dettagli

MeteoWeb

Avvio di dicembre decisamente agguerrito in termini di instabilità o anche perturbabilità su tutta l’Italia, in riferimento al freddo e alla neve, invece,  in particolare sulle regioni settentrionali. A dire il vero, l’irruzione fredda più autentica è quella in corso, che sta determinando ancora in queste ore nevicate fino a bassa quota sulle regioni settentrionali. Nei giorni a seguire, non sono previste più irruzioni fredde,  perlomeno non della portata di questa in atto, ma essa raffredderà in maniera cospicua i bassi strati su diverse aree settentrionali dove, per di più,  si manterrà neve al suolo con ulteriore contributo freddo, anche per effetto albedo diurno. Insomma, cuscino freddo che si farà ancora più solido tra la prossima notte e domani sera e difficilmente verrà scardinato dall’aria umida e perturbata che giungerà nel corso di giovedì tarda sera, notte successiva e venerdì sulle regioni settentrionali.  E sì, perché come già annunciato in precedenti editoriali, il maltempo sarà pressoché incessante sull’Italia, con perturbazioni a raffica provenienti dalla Francia e dal Nord Atlantico le quali punteranno dritto l’Italia, passando dapprima per le regioni settentrionali.

Una intensa, arriverà proprio nella notte tra giovedì e venerdì e per tutto il corso di venerdì, interessando in maniera prepotente le regioni settentrionali. Dato il cuscino molto freddo presente al suolo, torneranno nevicate estese e per alcuni momenti forti su diverse aree del Nord, dove i bassi strati riusciranno più a resistere alla corrosione mite portata dai venti meridionali. In particolare, nevicate abbondanti, anche forti, come visibile dalla mappa allegata e riferita alla notte su venerdì e all’intera giornata di venerdì, interesseranno soprattutto il Piemonte, localmente la Lombardia occidentale, i settori interni liguri e tutti i settori alpini e prealpini da Ovest a Est. Su tutte queste aree, le nevicate saranno spesso importanti, con accumuli medi intorno ai 10/15/20 cm fino a bassa quota o in pianura, ma sulle località di montagna, soprattutto delle Alpi e Prealpi lombarde, localmente del Trentino e del Piemonte nord-orientale, gli accumuli potranno arrivare anche fino a 40/50 cm dai 6/ 700 m. Tornerà a nevicare su alcune città come Cuneo, Asti, Alessandria, ma un po’ su tutte le province piemontesi; alcuni cm possibili anche a Torino. Nevicate consistenti sul Pavese, anche sul Varesotto, su tutti i settori settentrionali tra Piemonte e alta Lombardia, quindi nevicate abbondanti a Varese, Como, Lecco, possibile qualche  centimetro anche a  Bergamo. Non riuscirà a nevicare, invece, sul resto delle pianure, soprattutto su quelle centro-orientali lombarde, poi su buona parte di quelle emiliano romagnole, qui forse accetto il Piacentino occidentale dove potrebbero tornare locali nevicate, e sulle pianure venete e della Venezia Giulia, dove potrebbe anche piovere poco. Nel contempo, soprattutto verso il pomeriggio di venerdì e ancor più  verso sera, peggiorerebbe il tempo sulla Toscana e sulla Sardegna con l’arrivo di piogge e temporali sempre più forti. Più nubi e qualche pioggia anche verso il Lazio, rare verso la Campania in serata. Tempo migliore sul resto del paese.

Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta: