Previsioni Meteo per Capodanno 2021: maltempo diffuso e neve fino in pianura

Le Previsioni Meteo per Capodanno 2021: persistente maltempo sull'Italia, fenomeni estremi sulle Regioni tirreniche e tanta neve in pianura al Nord

MeteoWeb

La fase perturbata iniziata con questo Natale appena trascorso, proseguirebbe con poche interruzioni per tutta la prossima settimana, in alcune fasi anche con forte maltempo, per di più associato a venti sostenuti in prevalenza occidentali o meridionali. La componente circolatoria prevalente sarebbe a matrice atlantica, quindi correnti da Ovest/Nordovest alle quote medie, mentre il quadro termico associato non si annuncia particolarmente freddo, a causa della componente occidentale, ma nemmeno sarebbe mite, anzi, le temperature si manterrebbero piuttosto frizzanti su valori più o meno tipici del periodo. Fine dell’anno, quindi, all’insegna della diffusa instabilità su gran parte dell’Italia e non sembrerebbe andare meglio anche per la notte di Capodanno e per il primo dell’anno stesso. Anzi, in base agli ultimissimi aggiornamenti, proprio per venerdì 1 gennaio, dovrebbe transitare un ennesimo cavo d’onda nordatlantico a carattere relativamente freddo, in grado di arrecare tempo instabile, a tratti anche perturbato su gran parte della penisola e, ancora una volta, con condizioni termiche sufficienti per nevicate, in particolare sulle regioni settentrionali,  fino a bassa quota o in pianura; neve a quote di alta collina o media montagna in Appennino.

Andando più nel dettaglio, ma considerando sempre che manca ancora una settimana circa alla fase che andiamo ad esaminare, quindi certamente più di qualche variazione potrebbe esserci, in linea di massima le nubi e le piogge andrebbero progressivamente conquistando gran parte dell’Italia sin dal mattino di Capodanno, a iniziare dalle regioni centro-settentrionali, per poi spingersi verso quelle tirreniche e localmente insulari. Probabilmente più a margine dell’instabilità rimarrebbero il medio-basso Adriatico, diverse aree della Calabria, ioniche e parte della Sicilia, specie centro-orientale. Come visibile dall’immagine a corredo dell’articolo, le nubi e le piogge più intense, contrassegnate dalla colorazione più scura, interesserebbero un po’ tutto il Nord e anche gran parte del Centro, qui esclusi l’Est Abruzzo, il Sud delle Marche e l’Est Molise.

Nelle aree colorate in lilla, le precipitazioni potrebbe essere anche forti, mediamente moderate su quelle in blu, irregolari su quelle in blu più chiare. Naturalmente spiccano anche le nevicate, che tornerebbero diffuse su gran parte del territorio. Al Nord, sui settori delimitati dalla linea bianca, la neve tornerebbe a cadere fino a bassa quota o in pianura, quindi altra neve sulle città anche metropolitane della Lombardia e del Piemonte, con possibili accumuli ancora una volta abbastanza significativi. Nevicate lungo l’Appennino centro-meridionale, dalla Toscana alla Campania, Lucania, intorno ai 500/800 m sull’Appennino tosco-emiliano, mediamente tra 1000 e 1200 m sul resto dell’Appennino centro-meridionale. Da evidenziare una ventilazione moderata o forte occidentale. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo per Capodanno, apportando quotidiani aggiornamenti.

Di seguito le pagine per monitorare la situazione in tempo reale ecco le immagini di radar, satelliti e fulminazioni in diretta: