SARS-CoV-2, l’Italia ha la più alta mortalità del mondo: prima per decessi ogni 100mila abitanti

Anche i della Johns Hopkins University certificano che l'Italia è il Paese con la più alta mortalità da coronavirus ogni 100mila abitanti al mondo

MeteoWeb

L’Italia continua a registrare ogni giorno un numero altissimo di vittime in relazione all’epidemia da SARS-CoV-2, per una situazione che non eguali nel mondo. Solo oggi, i decessi sono stati quasi 700. Anche i della Johns Hopkins University, che monitora costantemente l’andamento della pandemia, certificano che l’Italia è il Paese con la più alta mortalità da coronavirus ogni 100mila abitanti al mondo.

Con 111,23 decessi ogni 100mila abitanti, l’Italia nella classifica dei 20 Paesi più colpiti da SARS-CoV-2 precede la Spagna (104,39), il Regno Unito (99,49) e gli Stati Uniti (94,97). Il nostro Paese è invece terzo nella classifica che tiene conto del rapporto tra casi confermati e decessi. L’Italia ha un rapporto del 3,5%, alle spalle di Messico (9%) e Iran (4,7%) e davanti al Regno Unito (3,4%). In termini assoluti, con 67.894 decessi, secondo i dati della Johns Hopkins University, l’Italia risulta il quinto Paese più colpito al mondo, alle spalle di Stati Uniti (311.529 decessi), Brasile (184.827), India (144.789) e Messico (116.487) e davanti al Regno Unito (66.639).