SARS-CoV-2, stretta in Germania: Merkel conferma il lockdown duro dal 16 dicembre, chiuse scuole e negozi

Germania, Merkel: "Le misure stabilite il 2 novembre del non hanno agito a sufficienza", si assiste di nuovo ad un aumento dei casi di SARS-CoV-2

MeteoWeb

Il Bund e i Länder tedeschi hanno deciso il lockdown più duro a partire dal 16 dicembre: lo ha spiegato Angela Merkel, in conferenza stampa, confermando che il commercio al dettaglio sarà fermato dal 16 dicembre al 10 gennaio.
Le misure stabilite il 2 novembre non hanno agito a sufficienza“, si assiste di nuovo ad un aumento dei casi di SARS-CoV-2, “e una crescita esponenziale” del contagio, ha affermato Merkel, dopo l’incontro con i Länder. “Sappiamo che il sistema sanitario è già molto affaticato. Serve un’azione urgente“, ha aggiunto. “L’obiettivo resta che si torni alla possibilità di ricostruire le catene di contatto” e che si raggiunga di nuovo un’incidenza di massimo 50 nuovi casi su 100mila abitanti in 7 giorni.
Secondo quanto riporta la stampa tedesca, le misure prevedono la chiusura di negozi – a esclusione di quelli di beni essenziali – scuole, asili e parrucchieri. Per le feste, sarà possibile incontrarsi per un massimo di 5 persone di due nuclei familiari. Nessuna eccezione per Capodanno quando saranno vietati anche fuochi d’artificio.

La Germania rischia di diventare, nella pandemia, “il caso in Europa“, “per questo bisogna agire“, ha affermato il presidente della Baviera Markus Soeder, in conferenza stampa a Berlino, dopo l’incontro tra i presidenti dei Länder e Angela Merkel. “Stamattina non ci sono state lunghe trattative sui dettagli, perché oggi la situazione è diversa. Il coronavirus è fuori controllo“. La pandemia “è una catastrofe“, ha aggiunto.

La verità sul “lockdown duro” della Germania