SARS-CoV-2, a un passo dai test clinici per gli anticorpi monoclonali italiani: “A gennaio studi di Fase1 allo Spallanzani e Verona”

A inizio gennaio, potrebbero cominciare in Italia le prove cliniche degli anticorpi monoclonali "made in Italy" contro SARS-CoV-2

MeteoWeb

Sono un’arma efficace contro il SARS-CoV-2, riducendo la mortalità e i ricoveri, ma in Italia non sono ancora utilizzati. Ora arrivano buone notizie per il nostro Paese sul fronte degli anticorpi monoclonali, farmaco utilizzato contro l’epidemia negli Stati Uniti, lo stesso che ha fatto guarire in pochi giorni anche Donald Trump.

L’anticorpo monolocale che abbiamo selezionato come frutto della ricerca di laboratorio condotta nei mesi scorsi dal MAD (Monoclonal Antibody Discovery) Lab, e’ stato prodotto da Menarini Biotech di Pomezia e siamo adesso davvero a un passo dall’avvio delle prove cliniche, previsto per i primi di gennaio“. A spiegarlo all’ANSA e’ Andrea Paolini, direttore generale di Fondazione Toscana Life Sciences, polo di eccellenza scientifica. “La fase 1, che verifichera’ la sicurezza della terapia – precisa – sara’ svolta su persone sane e condotta dall’Istituto Spallanzani di Roma e dal Centro di Ricerche Cliniche di Verona”.

Esiste un’arma efficace contro SARS-CoV-2 ma l’Italia non la usa: la proposta di 10mila dosi gratuite di anticorpi monoclonali rifiutata ad ottobre