SARS-CoV-2, il governatore Toti: “Il vaccino? Non avrei problemi a renderlo obbligatorio”

Il vaccino contro SARS-CoV-2 "è quanto meno un obbligo morale" secondo il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti

MeteoWeb

Il vaccino anti SARS-CoV-2? “Non avrei problemi a renderlo obbligatorio. Noi per questa epidemia abbiamo sospeso fondamentali libertà costituzionali, da quella di movimento a quella di riunione. Se il vaccino consente di ripristinarle, beh? il vaccino è quanto meno un obbligo morale“: lo ha affermato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, in un’intervista al Corriere della Sera.
Anche sulla riapertura delle scuole si scontrano visioni ideologiche,” ha denunciato Toti. “E’ giusto partire il 7 gennaio con l’ambizione di mandare a scuola il maggior numero di studenti possibile: in caso contrario, sarebbe una falsa partenza“. Anche se, ammette, “è giusto partire con prudenza perché non è vero, come invece si sente dire, che la riapertura delle scuole non incida sull’indice di trasmissione (Rt)“. Per Toti “sono le solite visioni manichee che si scontrano” mentre, ha aggiunto, “io credo, da riformista e moderato, che la virtù stia in mezzo: facciamo partire il possibile, senza rinunce e senza imprudenze. Soprattutto, senza massimalismi“.