Scienza, fulmini fossilizzati utili per datare temporali di decine di migliaia di anni fa

La folgorite puo' rivelare il passare del tempo e fornire indicazioni sulle tempeste passate che hanno colpito il terreno: lo studio

MeteoWeb

La folgorite, un ammasso vetroso prodotto dall’energia rilasciata da un fulmine, puo’ rivelare il passare del tempo e fornire indicazioni sulle tempeste passate che hanno colpito il terreno. E’ quanto emerso da uno studio pubblicato sulla rivista Earth and Planetary Science Letters condotto dagli esperti dell’Universita’ Johannes Gutenberg di Mainz, che hanno analizzato le folgoriti delle vette vulcaniche dell’Oregon. “Quando esposte alle intemperie, queste formazioni assorbono lentamente e costantemente l’umidita’, al pari di una spugna, per cui possono essere utilizzati per datare i temporali di decine di migliaia di anni fa e offrire una nuova finestra di analisi per i modelli climatici del passato“, ha spiegato Jonathan Castro, vulcanologo dell’Universita’ Johannes Gutenberg di Mainz.

Il team ha ricreato folgoriti artificiali imprimendo elettricita’ in nuclei di roccia vulcanica con un saldatore ad arco, aumentando la temperatura a 10 mila C. “E’ un metodo molto interessante e davvero ingegnoso“, ha aggiunto Rafael Navarro Gonza’lez, chimico presso l’Universita’ Nazionale Autonoma del Messico, Citta’ universitaria, che non e’ stato coinvolto nello studi. L’autore dello studio ha spiegato che in precedenza si cercava di misurare la qualit dell’acqua negli strati esterni di manufatti archeologici vetrosi ma si trattava di un approccio disordinato perchè i reperti provenienti da vulcani erano già stati esposti all’acqua al momento della realizzazione.  “Nel caso delle folgoriti i fulmini vaporizzano l’eventuale umidita’ interna, per cui queste strutture avviano una specie di cronometro geologico“, ha precisato Castro.

Il modello e’ stato efficiente abbiamo scoperto che alcune formazioni avevano centinaia di anni. Questa metodologia potrebbe aiutarci a datare le rocce con una risoluzione temporale piu’ nitida rispetto alle tecniche tradizionali. Grazie alle folgoriti potremmo capire quando i ghiacciai dell’era glaciale hanno iniziato a ritirarsi, scandire e ricostruire le tendenze climatiche del passato. Credo sia un metodo davvero promettente“, ha concluso Castro.