Sesso, l’esperta: “il vaccino rilancerà la passione sopita dalla pandemia nel 2020, senza libertà diminuisce anche il desiderio”

Coronavirus, secondo la sessuologa Rosamaria Spina i vaccini rilanceranno il desiderio sessuale sopito quest'anno dal dilagare della pandemia

MeteoWeb

La sessuologa Rosamaria Spina è intervenuta nel corso del programma curato e condotto da Andrea Lupoli, Genetica Oggi, in onda su Radio Cusano Campus. La sessuologa si è soffermata sul tema della vaccinazione contro il Covid 19 e della possibilità che possa aumentare le opportunità di fare sesso.

L’annuncio del vaccino potrebbe essere un grande aiuto per ritrovare quella sessualità che si è sopita in questo 2020. La pandemia -ha detto la Dott.ssa Spinaha portato con sè enormi difficoltà dal punto di vista sessuale sia nell’uomo, che ne ha risentito maggiormente, che nella donna. Questo non solo per un basso desiderio sessuale, nella eiaculazione precoce, nella difficoltà a raggiungere l’orgasmo ma anche per una paura del contagio che ha ridotto sia i rapporti all’interno della coppia sia, moltissimo in verità, quelli occasionali.”

Il poter usufruire di un vaccino efficace potrebbe portare ad una maggiore serenità e potrebbe favorire la sessualità. Vaccinarsi è una garanzia di essere capaci di non infettare e di non infettarsi, il fatto di sapere di avere questo scudo di difesa potrebbe favorire la ripresa del sesso occasionale, che non va ovviamente demonizzato. Il fatto di potersi vaccinare e sapere che anche l’altro è vaccinato potrebbe creare una condizione mentale per lasciarsi nuovamente andare.”

La sessualità è una parte fondamentale di ognuno di noi, se non siamo liberi, se non siamo sereni di viverla, inevitabilmente qualcosa ci manca e prima o poi questo disagio da qualche parte viene fuori: sul piano sociale, oppure individuale o di coppia. Per questo motivo è giusto comunque poter dire ‘ok abbiamo a disposizione uno strumento valido (il vaccino) che potrebbe aiutarci anche su questo piano’ e allora perché non dirlo?