Tempesta di neve negli USA: New York è imbiancata, atmosfera suggestiva a Manhattan [FOTO]

La prima neve a New York: le strade di Manhattan sono ricoperte dalla coltre bianca, rendendo l'atmosfera suggestiva

  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Spencer Platt
    Spencer Platt
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Spencer Platt/Getty Images
    Foto Spencer Platt/Getty Images
  • Foto Michael M. Santiago/Getty Images
    Foto Michael M. Santiago/Getty Images
/
MeteoWeb

Così come annunciato, la prima neve ha imbiancato New York.
Una fitta nevicata, attesa da giorni, sta cadendo su tutta la Grande Mela. Le strade di Manhattan sono ricoperte dalla coltre bianca, rendendo l’atmosfera suggestiva. La temperatura è scesa rapidamente sotto lo zero.
La tempesta di neve che sta colpendo il nordest degli Stati Uniti ha causato la cancellazione di almeno 1.344 voli aerei, secondo flightaware.com. I voli cancellati mercoledì sono stati 768, mentre quelli cancellati giovedì sono già 576.

Foto Spencer Platt/Getty Images

A causa dell’ondata di maltempo sulla costa costa orientale, le spedizioni del vaccino per il SARS-CoV-2 negli Stati Uniti sono in ritardo.
Secondo il National Weather Service le condizioni meteo avverse starebbero causando eccezionali nevicate e in alcuni casi dei tornado: la situazione genera ingenti danni e interruzioni di corrente, e mette a rischio il trasporto e le spedizioni del vaccino Pfizer-Biontech, che in Michigan uno dei principali centri di produzione.
Mentre la tempesta si avvicinava velocemente all’inizio di mercoledì, FedEx e UPS – incaricati del trasporto dei vaccini – si sono affidati ai loro team di meteorologi e di monitoraggio ad alta tecnologia per elaborare piani di emergenza e ridurre eventuali ritardi.

Nonostante evidenti difficoltà, molti uffici governativi, a cominciare da quello della Pennsylvania, hanno assicurato che la tempesta di neve “non impatterà sulla distribuzione del vaccino“: il governatore, Tom Wolf ha rassicurato i cittadini, in quanto “questa è la settimana chiave per la distribuzione, la nostra squadra è al lavoro per organizzare al meglio il trasporto e la consegna dei sieri“.

Le condizioni meteo sono peggiorate rapidamente, stringendo nella morsa del freddo gran parte del Paese, dalla Virginia al New England. Sono attesi 18 cm di neve nelle prossime ore, il che implica disagi soprattutto nei collegamenti e lungo le strade di grande scorrimento. Alcune aree rurali potrebbero ritrovarsi sotto oltre mezzo metro di neve.
Il generale Gustave Perna, che dirige la Operation Warp Speed, il piano presidenziale sul vaccino, ha ammesso che la “tempesta di neve potrebbe essere un problema” ma anche che “verrà fatto di tutto per garantire la consegna“.
Il governatore del Massachusetts Charlie Baker ha invitato i cittadini a restare in casa per non complicare ulteriormente la situazione, ma ha garantito che nonostante la tempesta, la consegna del vaccino proseguirà: “Le condizioni in peggioramento erano previste, dureranno giorni, ci aspettiamo il ghiaccio nei prossimi giorni, ma siamo organizzati per non rallentare la consegna del siero in questo momento molto importante“.