Terremoto M. 5.2 in Croazia, crolli e danni. Paura anche in Slovenia, Friuli Venezia Giulia e Veneto. FOTO e VIDEO

Paura per una scossa di terremoto avvertita al Nord Italia, in particolare a Trieste in Friuli Venezia Giulia: info, dati, mappe e aggiornamenti in tempo reale

  • Sisak
    Sisak
  • Petrinja
    Petrinja
  • Sisak
    Sisak
  • Mappa e dati preliminari EMSC
    Mappa e dati preliminari EMSC
/
MeteoWeb

Una scossa di terremoto è stata avvertita alle 06:28 dalla popolazione di Trieste e in gran parte del Friuli Venezia Giulia, in Veneto e Slovenia.
Secondo i dati INGV e del Centro Euro-Mediterraneo si è trattato di un sisma magnitudo 5.2 con epicentro in Croazia, a 13 km sudovest da Sisak e 49 km a sudest di Zagabria, ed ipocentro a circa 10 km di profondità.

A Petrinja, a sudest di Zagabria, si registrano danni materiali e grande paura nella popolazione.
La gente si è riversata nelle strade ed è in preda al panico“, ha affermato il sindaco Darinko Dumbovic, citato dai media regionali. Diversi edifici, ha aggiunto, hanno riportato seri danni e gli abitanti hanno paura di rientrare nelle loro case.
Danni materiali sono segnalati anche a Sisak.
Al momento non si ha notizia di vittime o feriti.
Nelle località colpite è stato annunciato l’arrivo del presidente croato Zoran Milanovic e del premier Andrej Plenkovic.

Il sisma principale è stato seguito da una serie di repliche: molte sono state lievi ma una nuova forte scossa, magnitudo 4.9, è stata avvertita alle 07:49 nella medesima area.

terremoto croazia nord italiaIl terremoto magnitudo 5.2 in Italia è stato nettamente avvertito dalla popolazione a Trieste, Padova, Venezia, Ferrara, Ancona, Rimini, Forlì, Ascoli Piceno, Vicenza e Ravenna (dati “Hai Sentito il Terremoto”).
A partire da Trieste,  in tanti sono stati svegliati di soprassalto e numerose sono le testimonianze di persone preoccupate che sono state postate sui social da residenti dei quattro capoluoghi regionali e fino a Sacile, in provincia di Pordenone sull’altro versante regionale, al confine con il Veneto. Segnalazioni anche da Gemona, da Monfalcone e da tutta la Bassa friulana. A favorire la percezione del sisma sono state anche alcune circostanze: l’ora in cui si è verificato, il divieto di spostamenti che costringe in casa la maggioranza della popolazione, una fitta nevicata che sconsiglia gli spostamenti se non strettamente necessari.

Il sisma è stato sentito anche alla centrale nucleare di Krsko, in Slovenia, ma non ha avuto alcun impatto sull’operativita’ dell’impianto. Lo rende noto l’Autorita’ di sicurezza nucleare slovena, in un comunicato postato sul sito ufficiale del governo di Lubiana. “La centrale opera normalmente senza alcun problema“, ha informato Lubiana. Il terremoto e’ stato comunque “percepito dal personale” di Krsko, ma la forza del sisma “e’ stata inferiore ai valori che richiederebbero una risposta” da parte dei tecnici della centrale, si legge nella nota.

A marzo una scossa di magnitudo 5.3 aveva colpito la capitale croata causando un morto e 27 feriti.

Forte terremoto in Croazia: telecamere di sorveglianza catturano il momento della scossa a Sisak [VIDEO]

Violentissimo terremoto in Croazia, scossa M. 6.3 avvertita in tutt’Italia: crolli e blackout a Zagabria, si temono morti a Petrinja e Sisak