Vaccino contro SARS-CoV-2, Sileri avverte: “Potrebbe diventare obbligatorio in caso di scarsa adesione”

"Non illudiamoci di uscirne in poche settimane. Per sconfiggere SARS-CoV-2 ci sarà bisogno di un'adesione massiccia al vaccino"

MeteoWeb

Il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri è soddisfatto per l’avvio della campagna di vaccinazioni, ma in un’intervista a La Stampa esprime cautela, aprendo alla possibilità che il vaccino contro SARS-CoV-2 diventi obbligatorio in caso di bassa adesione: “Abbiamo ancora diversi mesi di convivenza con il virus. Non illudiamoci di uscirne in poche settimane. Per sconfiggere il Covid ci sarà bisogno di un’adesione massiccia al vaccino,” ha spiegato. Al momento, precisa Sileri, “non è prevista alcuna obbligatorietà“, ma “se nei prossimi mesi, con più dosi e più vaccini disponibili, la campagna di vaccinazione non dovesse raggiungere i 2/3 della popolazione, allora si dovrebbero prendere delle contromisure. Tra queste, c’è l’obbligatorietà. Ma non è un problema attuale. E sono fiducioso che un’ampia campagna di educazione sul vaccino migliorerà in modo significativo i risultati“.

Il piano vaccini anti Covid-19

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha presentato lo scorso 2 dicembre le linee guida del Piano strategico per la vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19, elaborato da Ministero della Salute, Commissario Straordinario per l’Emergenza, Istituto Superiore di Sanità, Agenas e Aifa.

A conclusione delle comunicazioni del Ministro della Salute il Senato e la Camera hanno approvato il documento.

Ecco i punti principali del Piano:

  • vaccinazione gratuita e garantita a tutti
  • identificazione delle categorie da vaccinare con priorità nella fase iniziale a limitata disponibilità dei vaccini: operatori sanitari e sociosanitari, residenti e personale delle Rsa per anziani
  • logistica, approvvigionamento, stoccaggio e trasporto, di competenza del Commissario straordinario
  • governance del piano di vaccinazione, assicurata dal coordinamento costante tra il ministero della Salute, la struttura del Commissario straordinario e le Regioni e Province Autonome
  • sistema informativo per gestire in modo efficace, integrato, sicuro e trasparente la campagna di vaccinazione
  • farmacosorveglianza e sorveglianza immunologica per assicurare il massimo livello di sicurezza nel corso di tutta la campagna di vaccinazione e la risposta immunitaria al vaccino