Vie dello shopping affollate in tutte le città italiane: aggredita a Roma troupe della Rai

Un episodio davvero spiacevole a Roma: aggredita una troupe televisiva della Rai che documentava la folla in centro

MeteoWeb

Caos in centro a Roma: dopo la chiusura di un tratto di via del Corso per far defluire la folla, si è registrato anche un episodio davvero spiacevole. Un troupe della Rai stava documentando gli assembramenti nella capitale per la trasmissione “Storie Italiane” ed è stata aggredita a Ponte Milvio, probabilmente da un gruppo di persone legate al mondo delle tifoserie. Sembra che questo gruppo di persone non abbia gradito le riprese della troupe e avrebbe reagito aggredendo l’operatore: la telecamera è caduta e si sarebbe danneggiata e l’operatore avrebbe riportato contusioni varie. Un weekend di fuoco nelle maggiori città italiane, dove le tutta la popolazione ha approfittato dell’ultimo weekend di ‘libertà’ per gli acquisti in vista del Natale. Nonostante il Natale 2020 sarà diverso dal solito e si potrà festeggiare solo con pochi intimi, la voglia di fare regali ai propri cari non è di certo svanita, anzi, sembra quasi essere aumentata, proprio per rendere l’atmosfera ancora più magica e speciale.

La posizione della Rai

La Rai “condanna l’aggressione subita da una troupe di “Storie Italiane” composta da una giornalista e da un filmmaker, mentre stava girando un servizio a Ponte Milvio, a Roma, per documentare il rispetto delle norme anti-Covid. Il filmmaker e’ stato picchiato e la telecamera e’ stata distrutta. Nell’esprimere piena solidarieta’ e vicinanza ai colleghi, che stavano svolgendo il proprio lavoro, l’Azienda considera l’aggressione subita un atto inaccettabile e vile“.

Folla nelle altre città italiane

Anche a Napoli si è registrato il pienone nei negozi e non è mancato il caos viste anche le proteste dei ristoratori per la decisione di De Luca di riportare la regione Campania in zona arancione da oggi. A Milano intanto in mattinata la Galleria Vittorio Emanuele II, uno dei fulcri dello shopping, ha avuto gli ingressi contingentati in entrata, come da ordinanza del sindaco. Oggi i tornelli della metropolitana sono stati chiusi circa 200 volte nell’arco della giornata per limitare l’afflusso al centro citta’.  A Torino molta gente sotto i portici di piazza San Carlo.