Emergenza siccità negli USA: è allarme idrico dall’Utah al Colorado, rischio seconda ondata di incendi nei prossimi mesi

Utah, Colorado, Arizona e New Mexico stanno affrontando un'emergenza idrica eccezionale, e alcuni Stati sono a rischio di siccità perenne

MeteoWeb

È emergenza siccità nel sud-ovest degli Stati Uniti, in un periodo dell’anno in cui dovrebbero esserci piogge. Secondo gli ultimi rilievi dello U.S. Drought Monitor, il sistema federale di mappatura che ogni settimana aggiorna lo stato di siccita’ in tutto il Paese, Utah, Colorado, Arizona e New Mexico stanno affrontando un’emergenza idrica eccezionale, e alcuni Stati sono a rischio di siccita’ perenne, con conseguenze devastanti per le comunita’ rurali e le fasce piu’ povere della popolazione. Anche se tra gennaio e marzo arrivassero le piogge e le nevicate previste, si legge nel rapporto, il terreno e la vegetazione, esausti per mancanza d’acqua, le assorbirebbero in quantita’ maggiori del solito, lasciando meno scorte negli strati piu’ profondi e soprattutto diminuendo la portata dei fiumi.

Gli esperti hanno osservato che anche le nevicate sono diminuite, per intensita’ e frequenza, con il risultato di ridurre le scorte idriche per la prossima primavera. Nel frattempo, le autorita’ locali si stanno preparando per una probabile seconda ondata di incendi che dovrebbero scoppiare nei prossimi mesi, e gli agricoltori stanno studiando il modo di proteggere i raccolti. “Anche se le piogge ritornassero nella norma – ha detto all’agenzia Axios Daniel Swain, scienziato del clima alla Universita’ della California – le temperature non lo faranno. La scarsita’ d’acqua nel settore occidentale degli Stati Uniti ormai e’ una condizione strutturale”. Le conseguenze non sono solo ambientali ma anche politiche, e pagarne il prezzo saranno non le grandi citta’ ma le piccole comunita’ isolate, che avranno sempre maggiore difficolta’ nell’accesso all’acqua.