Europa e America sempre più distanti: i due continenti si allontanano al ritmo di 4 cm l’anno

Secondo una nuova ricerca, i continenti dell'Europa e dell'America si starebbero allontanando l'uno dall'altro, al ritmo di 4 cm l'anno

MeteoWeb

Secondo una ricerca pubblicata su Nature e coordinata dall’università di Southampton, dal gruppo del sismologo Matthew Agius, l’Europa e l’America sono sempre più distanti: i due continenti si starebbero infatti allontanando l’uno dall’altro al ritmo di 4 cm l’anno, probabilmente a causa di una massa di materiale che dalla crosta terrestre preme in corrispondenza dell’Oceano Atlantico.
Due navi da ricerca hanno piazzato 39 sismometri sul fondale atlantico nell’ambito degli esperimenti PI-LAB (Passive Imaging of the Lithosphere-Asthenosphere Boundary) ed EURO-LAB (Experiment to Unearth the Rheological Oceanic Lithosphere-Asthenosphere Boundary), ottenendo i primi dati su larga scala e immagini ad alta risoluzione del mantello sotto la dorsale medio atlantica: “Grazie a questi risultati abbiamo capito meglio come l’interno della Terra è connesso alle placche tettoniche,” ha affermato Agius.
Tra America, Europa e Africa è presente una catena montuosa sottomarina che va dal Polo Nord fino all’Antartide, la Dorsale medio atlantica, che separa la placca Eurasiatica da quella Americana: in corrispondenza di questa formazione, dalle profondità della Terra sta fuoriuscendo del materiale che riempie lo spazio vuoto lasciato dalla placche che si stanno separando.
I ricercatori dell’università di Southampton hanno trovato tracce di risalita nel materiale che si trova tra la crosta terrestre e il suo nucleo, cioè nel mantello terrestre: il processo avverrebbe a partire da oltre 600 km di profondità sotto la dorsale medio-atlantica e spingerebbe le placche, determinando l’allontanamento dei continenti.