Maltempo: copiosa neve in Garfagnana, persone bloccate a causa di una slavina [FOTO]

Una copiosa nevicata ha provocato black-out a macchia di leopardo in molte zone della Garfagnana. Il manto nevoso ha raggiunto in alcune località i 30 centimetri e oltre

/
MeteoWeb

Il soccorso alpino sta intervenendo per raggiungere sei persone bloccate nella zona del rifugio Pradaccio, nel comune di Castiglione Garfagnana (Lucca), a causa della neve alta e di una slavina provocata dalla pioggia caduta nel primo pomeriggio appesantendo la neve fresca. Il gruppo stava rientrando a valle dal rifugio e, secondo quanto ricostruito, sarebbe rimasto diviso in due dalla grande quantità di neve. Immediati sono scattati i soccorsi e per l’intervento è stato chiamato il Soccorso alpino e speleologico toscano. Nessuna delle persone coinvolte nell’evento, secondo le prime indicazioni, sarebbe ferita né avrebbe necessità di intervento medico.

Una copiosa nevicata ha provocato black-out a macchia di leopardo in molte zone della Garfagnana. Il manto nevoso ha raggiunto in alcune località i 30 centimetri e oltre. Fin dalla scorsa notte gli operai dell’Enel sono al lavoro per sistemare le linee elettriche danneggiate dalla caduta di alberi provocando guasti che hanno lasciato al buio diverse frazioni dei comuni di Minucciano, Molazzana, Castelnuovo Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Camporgiano, Sillano Giuncugnano, Careggine e Vagli di Sotto, Piazza al Serchio, Molazzana, Villa Collemandina, Pieve Fosciana, Bagni di Lucca:. “In tutte le circostanze – si legge in una nota dell’Enel – si tratta di gruppi di utenze circoscritti in termini numerici ma sparsi e isolati dal punto di vista geografico.

E-Distribuzione, la societa’ del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, sta effettuando interventi di ripristino nelle aree interessate con una task force dedicata. Le operazioni consistono nella ‘ritesatura’ dei cavi elettrici abbattuti e nella posa di gruppi elettrogeni, laddove le riparazioni siano particolarmente complesse e richiedano tempi lunghi. I piani di lavoro sono resi piu’ complicati dalla difficile accessibilita’ dei luoghi di intervento. Al lavoro anche il personale della Provincia di Lucca, proprio per mantenere percorribili le viabilita’. I problemi piu’ grossi si sono verificati sulla SP 16 in prossimita’ dell’innesto con la SR 445 a San Donnino, interrotta a causa della caduta di alberi. L’Unione dei Comuni ha aperto il Centro operativo intercomunale di Protezione civile della Garfagnana per monitorare la situazione e coordinare i soggetti impegnati negli interventi.

AGGIORNAMENTO:

Solamente una delle sette persone, e non sei come appreso in precedenza, e’ rimasta sepolta dalla neve ma e’ riuscita ad uscirne illesa con le proprie forze. Gli uomini della stazione di Lucca del Soccorso alpino e speleologico toscano stanno ancora intervenendo in localita’ Pradaccio a San Pellegrino in Alpe nel comune di Castiglione Garfagnana (Lucca) per portare in salvo il gruppo sorpreso da una slavina che si e’ staccata da un pendio intorno alle 14.20. Quattro componenti del gruppo hanno deciso di rimanere sul posto per paura del distacco di altri fronti nevosi appesantiti dalla pioggia. Le tre persone rimanenti hanno invece fatto rientro al rifugio in localita’ Pradaccio. La squadra dei soccorritori si e’ diretta sul posto e ha provveduto al recupero delle persone che si trovavano nei pressi della slavina. Un’altra squadra sta procedendo al recupero degli altri componenti del gruppo che avevano fatto ritorno al rifugio Pradaccio. Continua a nevicare e intanto nella zona il manto ha superato il metro di altezza.