Meteora, detrito spaziale o UFO? Strano avvistamento a Santo Stefano al Mare

Un evento spiegabile ma altrettanto affascinante e raro da osservare specialmente in pieno giorno: l'avvistamento a Santo Stefano al Mare

MeteoWeb

Uno strano oggetto è stato avvistato a Santo Stefano al Mare il giorno otto di gennaio. Antonio Napodano, medico veterinario,  ha immortalato il suo passaggio in alcuni scatti fotografici. L’associazione ricerca italiana aliena (A.R.I.A) ha esaminato attentamente il caso con non poche difficoltà. L’ufologo e presidente dell’associazione Angelo Maggioni ammette di non aver trovato una definitiva collocazione del caso in esame, “da controlli incrociati”, prosegue l’ufologo, “abbiamo escluso una serie di eventi terrestri e naturali  come aerei, volatili, satelliti , palloni sonda, droni ecc. ecc. Una volta migliorata la lettura della foto abbiamo notato che si tratta evidentemente di un oggetto quasi rettangolare smussato avvolto da una scia, fumo? Questa particolarità ci ha portato a valutare il caso escludendo anche la presenza di un oggetto volante non identificato (UFO) in quanto non sarebbe compatibile con il metodo dinamico spesso documentato con avvistamenti passati nel mondo.

L’ipotesi è che potrebbe trattarsi di un detrito spaziale o di un meteorite, probabilmente in fase di rientro, anche se non si notano grandi fonti di calore dovute all’attrito con l’atmosfera terrestre, ma già in passato fu filmato un piccolo pezzo di meteorite rientrare senza che sprigiona fumo e calore, la ripresa divenne virale. In Norvegia, nel 2012, Anders Helstrup è stato sfiorato da un meteorite mentre eseguiva un volo acrobatico. La prova nel video che ha realizzato grazie alla videocamera posizionata sul suo elmetto.

Secondo l’ufologo, dunque, non si tratterebbe di UFO ma di un evento spiegabile ma altrettanto affascinante e raro da osservare specialmente in pieno giorno.