Montagna: si teme il peggio per i dispersi sul Monte Velino, oggi ricerche anche con le unità cinofile

Sono ripartite alle prime luci del giorno le ricerche dei 4 escursionisti avezzanesi dispersi sul Monte Velino

MeteoWeb

Sono partite nella notte dalla stazione di Forni Avoltri (Udine) tre unità cinofile da valanga del Soccorso Alpino del Fvg dirette sul Monte Velino per collaborare alle ricerche dei quattro scialpinisti dispersi ormai da 2 giorni: le unità cinofile sono composte da cane (Jack, York e Argo), conduttore e da un’aspirante conduttrice cinofila.

Sono quindi ripartite alle prime luci del giorno le ricerche dei 4 escursionisti avezzanesi dispersi: coinvolti 8 militari della stazione del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Roccaraso a bordo di 2 mezzi e 13 della stazione dell’Aquila a bordo di 4 mezzi. I soccorsi sono scattati da Massa D’Albe (L’Aquila) da cui i 4 sono partiti ormai 48 ore fa per la gita finita forse tragicamente. Sul posto sono presenti anche Carabinieri, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Gdf Cnas, mentre gli alpini del IX reggimento hanno allestito strutture da campo per agevolare i soccorsi. Si sta valutando anche se far ripartire l’elicottero AV169 da Pratica di Mare. Le squadre di soccorso che hanno raggiunto quota 1800 metri in Valle Majellana hanno visualizzato una grossa valanga sul sentiero che i 4 stavano percorrendo. Si teme che siano potuti essere stati travolti dalla massa della neve.