Previsioni meteo: anche febbraio si aprirà all’insegna del tempo instabile o a tratti perturbato

Previsioni meteo: le proiezioni modellistiche sull'avvio del nuovo mese prospettano ancora azioni di saccature instabili nordatlantiche verso il Mediterraneo centrale con altre nubi e piogge su gran parte del paese. Gli ultimi aggiornamenti

MeteoWeb

Continuano a non vedersi condizioni anticicloniche sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, perlomeno di quelle stabilizzanti e con struttura resistente. Fatta eccezione per una fase, sostanzialmente quella di fine gennaio, in cui la pressione potrebbe recuperare da Ovest anche verso l’Italia e i settori centrali del bacino, apportando un po’ di giornate all’insegna di una maggiore e più diffusi stabilità, seppure comunque con fastidi irregolari qua e là, sul più lungo termine, azioni anticicloniche più decise sembrano continuamente inibite da un sempre vivo flusso instabile oceanico con asse puntato proprio verso il Mediterraneo centrale.

Alla luce dei forecasts modellistici, anche l’avvento di febbraio sarebbe contrassegnato da azioni perturbate oceaniche che, seguendo più o meno il medesimo percorso del flusso instabile di questi giorni,  tornerebbero a veicolare verso l’Italia perturbazioni responsabili ancora di diffuso maltempo. In riferimento alla tempistica, dopo qualche giornata all’insegna di una maggiore variabilità, nell’ultimo giorno di gennaio, domenica 31, potrebbe avviarsi un nuovo affondo perturbato più deciso, con un cavo d’onda depressionario sul Mediterraneo centro-occidentale e bassa pressione in formazione sul Centro Nord Italia, dove già arriverebbero piogge e rovesci diffusi. Via via l’azione depressionaria scivolerebbe verso Sud, apportando condizioni di maltempo su tutto il paese entro lunedì 1 febbraio. Anche in questo caso, le correnti portanti dei sistemi perturbati continuerebbero a provenire dai quadranti occidentali o successivamente  nordoccidentali, quindi le regioni tirreniche e il Friuli-Venezia Giulia continuerebbero a essere le aree più esposte a possibili fenomeni ancora una volta forti. I dati in nostro possesso, indicherebbero anche per i primi giorni di febbraio una persistenza di azioni perturbate atlantiche o nordatlantiche, con tempo sempre molto compromesso e probabilmente anche con qualche inserimento di flussi un po’ più freddi sub-polari nel corso della prima settimana del  nuovo mese. La relazione di MeteoWeb continuerà a monitorare il tempo nel medio-lungo periodo, apportando quotidiani aggiornamenti.