Previsioni meteo, domenica 24 venti tempestosi e forte maltempo al Centro Sud. Mappe e dettagli

Previsioni meteo: nuovo accanimento depressionario nel corso di domenica 24 con l'arrivo da Ovest di una seconda, intensa perturbazione e pesante maltempo su molte regioni. Farà anche un po' più freddo, con neve fino a quote medio-basse. I dettagli

MeteoWeb

Si chiuderà domenica la sequenza instabile che si è innestata verso il Mediterraneo centrale in un flusso di correnti oceaniche umide e perturbate. A seguire, potrebbe intervenire un temporaneo flusso più freddo da Nord con qualche giornata di stampo più invernale. Ma, in questa sede, ci occuperemo del maltempo atteso per il giorno festivo a causa dell’arrivo di una seconda intensa perturbazione atlantica, che scivolerà dal Golfo di Biscaglia, Francia verso il Mediterraneo centrale, irrompendo con veemenza, attraverso il Golfo del Leone, soprattutto sulle nostre regioni centro-meridionali. Già della notte su domenica, piogge e temporali forti torneranno a imperversare tra la Toscana e il Lazio, diffusamente sulla Sardegna, via via in estensione al resto delle aree centrali e meridionali. Il fronte più intenso è atteso nella mattinata di domenica, quando tutte le regioni centrali, forse meno soltanto quelle adriatiche, tra Sud Marche e Abruzzo, fino al Nordest Molise e anche la Campania, saranno raggiunte da una estesa massa nuvolosa, con nubi a elevato sviluppo verticale e responsabili di rovesci e temporali forti, persino violenti tra la Toscana interna, il Lazio e la Campania occidentale. Attenzione in questa fase per possibile rischio di allagamenti lampo su molti settori e magari anche di smottamenti per ingenti quantitativi di acqua attesi in unità di tempo ridotta.

Molte nuvole e piogge ancora sulla Sardegna, su buona parte dell’Emilia-Romagna, sull’alto Adriatico in mare e sul Friuli-Venezia Giulia, spesso forti anche su questi settori. Piogge in estensione anche al Gargano, alla Lucania, alla Calabria settentrionale e all’Ovest della Sicilia. Per il corso della giornata, quindi nelle ore pomeridiane di domenica, il maltempo insisterà su tutta la Campania, con possibili disagi e reiterato rischio di allagamenti lampo, ma il maltempo raggiungerà diffusamente anche la Calabria, soprattutto tirrenica e appenninica, forte sul Cosentino; rovesci e temporali diffusi anche sulla Sicilia, sul resto della Calabria, sul Foggiano, Gargano, più irregolari sul resto della Puglia. Nubi con rovesci e temporali anche sul Lazio, localmente sul Sudest della Toscana, ma qui in miglioramento, mentre piogge diffuse insisteranno sull’Umbria, sulle Marche, sui settori interni appenninici centrali un po’ tutti e fino al Sud della Romagna. La giornata festiva sarà caratterizzata anche dall’arrivo di aria un po’ più fredda da Nordovest, con locali nevicate mediamente a 800 m sul Nord Appennino, a 1.000/1.400 m sull’Appennino centrale, a 1.400 m o oltre su quello meridionale. Questa fase di maltempo, dovrebbe risparmiare gran parte del Nord, eccetto naturalmente l’Emilia-Romagna, ma anche l’Est Veneto e il Friuli-Venezia Giulia e occasionalmente i settori alpini più settentrionali, qui con locali fiocchi fino a bassa quota.  Venti forti da Ovest/Nordovest sui bacini tirrenici centrali e sulla Sardegna, via via da Sudovest sul basso Tirreno e sulla Sicilia. Venti forti sud-occidentali o meridionali sullo Jonio e sul medio-basso Adriatico.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: